Politica

Da Messina a Roma: entra nel vivo il toto-nomi

Verso le politiche le mosse e le possibili candidature in vista della “corsa” ai seggi del parlamento. Nel Pd resta calda la pista Navarra, Antoci punta al Senato. In Forza Italia l’area Genovese guarda alle quote rosa

Da Messina a Roma: entra nel vivo il toto-nomi

La perenne campagna elettorale messinese, iniziata in autunno con le regionali e destinata chiudersi solo a giugno con le prossime amministrative, continua e tiene sempre “accesi” i motori all’interno dei partiti e delle segreterie politiche. La tappa più vicina è, ovviamente, quella delle politiche di marzo.

Le mosse sono giocoforza legate anche agli esiti delle scorsa tornata elettorale, quella delle regionali. Così nel Partito democratico rimane calda la pista che porta ad una possibile discesa in campo, in prima persona, del rettore Pietro Navarra, forte dell’ottimo risultato ottenuto dal suo ex dg Franco De Domenico, eletto all’Ars. Gli altri nomi che circolano in casa Dem sono quelli di Giuseppe Antoci per il Senato e di due “delusi” delle regionali, Beppe Picciolo (quota Sicilia Futura, quindi Cardinale) e Pippo Laccoto.

Nel centrodestra, e in casa Forza Italia in particolare, la posizione forte è quella dell’area Genovese, che potrebbe puntare su una donna, l’uscente Mariella Gullo, anche se restano vive le ambizioni della presidente del consiglio comunale Emilia Barrile.

Altri particolari potete leggerli nell'edizione cartacea

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi