Scienza & Tecnica

La bici-moto del futuro è “made in Messina”

Una crossover-bike nel segno della sostenibilità

La bici-moto del futuro è “made in Messina”

Il futuro? Sarà declinato in modo sostenibile. Lo dimostra il successo ottenuto da Arlix, start-up messinese nel settore delle energie rinnovabili, balzata agli onori della cronaca per aver sviluppato una crossover-bike a metà tra la bicicletta e un classico motoveicolo.

Arlix è stata, infatti, fra i protagonisti dell’Eicma2017, la 75esima edizione dell'Esposizione Mondiale del Motociclismo che quest’anno ha dato grande spazio all’innovazione grazie all’area Start Up e Innovation, esclusivamente dedicata alle idee e ai progetti più innovativi. L’obiettivo espresso da Arlix è quello di reinventare un nuovo stile di guida, in cui pilota e mezzo collaborano in sinergia esprimendo prestazioni innovative. Ciò che ha stupito è che le moto di Arlix sono mezzi ibridi nei quali la trazione, data dalla spinta muscolare del pilota, viene amplificata dall’ausilio di un motore elettrico che asseconda le esigenze del percorso ed il desiderio del pilota. Ed inoltre, la ciclistica proposta (250, 500 e 1000W) è dotata di un dispositivo ad assetto variabile che modifica in ogni circostanza la posizione del guidatore in funzione delle condizioni del percorso, consentendo un'ottimizzazione dello sforzo fisico, una maggiore sicurezza ed un elevato confort di guida.

Arlix sfida i limiti con l’obiettivo di emozionare, offrire piacere attraverso l'uso di un gioiello tecnologico dalle brillanti prestazioni e dal design esclusivo. Segnaliamo anche che le moto realizzate con tecniche artigianali ed assemblate con la massima cura sono prodotte in tiratura limitata e Arlix garantisce una guida con effetto di "realtà aumentata" grazie all'amplificazione della forza muscolare ed all'ottimizzazione dinamica dell'assetto, grande durata con la batteria in dotazione (Samsung Li-ion 29ET 18650, 5 ore di ricarica e sino a 140 km di autonomia), un movimento di guida aerobico con una sensazione di grande benessere fisico, capace di offrire un’esperienza anche divertente grazie all’estrema maneggevolezza e confort di guida, garantendo sempre la sicurezza al telaio in monoscocca in fibra di carbonio che garantisce ottima tenuta di strada, luci a led (anteriori e posteriori) e frenata sicura, grazie alla dotazione offerta di pistoni idraulici ad alta prestazione.

Nel futuro saremo più sostenibili anche su strada. Ma senza rinunciare al divertimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

105 assunzioni al "Piemonte"

105 assunzioni al "Piemonte"

di Marina Bottari