Raffineria Milazzo

A giudizio ex direttori generali e legali rappresentanti

L'inchiesta sulle sette morti per esposizione all'amianto

A giudizio ex direttori generali e legali rappresentanti

Il gup Pugliese, su richiesta del procuratore Crescenti e del sostituto Paiola, ha ordinato il rinvio a giudizio dei 17 indagati coinvolti nell’inchiesta giudiziaria sull’esposizione dei dipendenti della Raffineria di Milazzo all’amianto, avviata a seguito dell’esposto di 64 lavoratori che nel tempo sono stati impegnati nell’industria petrolchimica e nelle ditte dell’indotto. Rinviata a giudizio, come persona giuridica, anche la società “Raffineria di Milazzo”.

Le 17 persone che dovranno comparire in Tribunale nell’udienza del prossimo 10 febbraio per rispondere di omicidio colposo e di omissione colposa di cautele per evitare l’esposizione all'amianto, sono state ai vertici dell’azienda fino al 2012. Si tratta di direttori generali e di rappresentanti legali dello stabilimento che fino all’autunno del 2012, periodo fino al quale è stata accertata l’ipotesi di reato, hanno diretto l’industria in cui a causa dell’esposizione all’amianto sono deceduti sette lavoratori.

L'articolo completo nell'edizione in edicola della Gazzetta del Sud

Clicca qui per acquistare la tua copia digitale

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi