Messina

Minaccia di gettarsi dalla finestra di palazzo Zanca

Minaccia di gettarsi dalla finestra di palazzo Zanca

Un uomo ha minacciato di gettarsi dalla finestra del primo piano di palazzo Zanca. Ha chiesto e ha ottenuto di poter parlare con l’assessore Nina Santisi della sua situazione legata all'emergenza abitativa.

Si tratta del 47enne che già ieri aveva inscenato  un'analoga protesta arrampicandosi sulle scale antincendio della clinica Cristo Re.

Oggi al municipio ha voluto unirsi alla protesta delle sei famiglie (con 15 minori) che hanno occupato a giugno l’ex Bouganville (a Tremonti, dove c’era l’Anffas). A luglio hanno presentato una proposta di cohousing con il Comune, una sorta di accordo per l’assegnazione della struttura in cambio di interventi di ripristino e avvio di attività destinate al quartiere.


Non hanno ricevuto risposta e venerdì scorso hanno deciso di presentarsi davanti alla stanza del sindaco e di non fare entrare ne uscire nessuno finché non verranno ricevuti. Sono tutte famiglie in emergenza abitativa.

Data l'indisponibilità a incontrare la delegazione, le famiglie si sono viste costrette loro malgrado a procedere con l'occupazione a oltranza dei locali del Comune. La protesta continuerà sino a quando non verrà convocato un tavolo tecnico che risolva in via definitiva la situazione esperita dalle famiglie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi