MESSINA

Sindacati in piazza

Presidio in prefettura oggi di Cgil, Cisl e Uil. Una giornata di mobilitazione nazionale che anche a Messina ha visto la triplice impegnata a sostegno delle richieste al governo su temi caldi come lavoro, previdenza, welfare e sviluppo

Sindacati in piazza

Quella che il governo si appresta a varare non è una legge di bilancio che soddisfa pienamente i sindacati. Da qui le manifestazioni in tutta Italia davanti alle sedi delle Prefetture a sostegno dei tavoli di trattativa in corso al governo. A Messina, davanti alla Prefettura, dalle prime ore del mattino, le bandiere della triplice sventolavano per rendere concrete le speranze per ogni settore. Pensioni, giovani, occupazioni, sanità e contratti, sostengono i sindacati, sono delle priorità alle quali in questa fase è indispensabile dare delle risposte ad iniziare dalle scelte che si faranno con la prossima legge di bilancio in fase di approvazione. Tra le richieste: più risorse sia per l’occupazione giovanile sia per gli ammortizzatori sociali; il congelamento dell’innalzamento  automatico dell’età pensionabile legato all’aspettativa di vita; un meccanismo che consenta di costruire pensioni dignitose per i giovani che svolgono lavori discontinui; una riduzione dei requisiti contributivi per l’accesso alla pensione delle donne con figli o impegnate in lavori di cura; l’adeguamento delle pensioni in essere; la piena copertura finanziaria per il rinnovo e la rapida e positiva conclusione dei contratti del pubblico impiego; anche la sanità è un tema della protesta con la richiesta di risorse aggiuntive e del finanziamento adeguato per la non autosufficienza. Il documento unitario stilato dai sindacati è stato consegnato da una delegazione al prefetto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Ecco i sei che progettavano un’altra Capaci

Ecco i sei che progettavano un’altra Capaci

di Francesco Celi - Leonardo Orlando

Tre arresti per una vendetta

Tre arresti per una vendetta

di Rosario Pasciuto