Venetico

Donna semplice, religiosa e dedita al lavoro

Il ricordo di Carmela Bucca: madre di due ragazzi, risiedeva a Torregrotta

Donna semplice, religiosa e dedita al lavoro

«Dedizione al lavoro, gente semplice e per bene». Sono questi i commenti di vicini, amici e parenti di Carmela Bucca e della sua famiglia. Nessuno riesce a darsi pace per una morte così assurda: colpita fatalmente al volto da un elemento sporgente del camion mentre attendeva di attraversare la strada, come sa sempre faceva a quell’ora per recarsi al lavoro.

Carmela, madre di due figli, molto religiosa, era conosciuta da tutti nel comprensorio. Residente a Torregrotta, di fatto ha passato buona parte della sua vita nell’attività di Venetico. Grazie al suo panificio e pastificio, di cui era titolare da circa 20 anni, che gestiva con il marito e con l’aiuto dei figli, era molto apprezzata. La cucina tradizionale alla base di una vita semplice, dedicata al sacrificio. Il rispetto di centinaia, se non migliaia, di affezionati clienti. Quella di Carmela Bucca è una tragedia che colpisce tutto il comprensorio, e non perché la 53enne risiedesse a Torregrotta, lavorasse a Venetico e l’incidente si sia verificato tra Venetico e Spadafora, ma perché ogni giorno sono enormi i rischi che i pedoni corrono sulla Statale 113, continuamente attarversata da mezzi pesanti, bus di linea e camion.

La salma sarà restituita alla famiglia solo dopo l’esame autoptico, le esequie non sono state pertanto ancora fissate.(v.d.a.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi