messina

San Michele, gli abitanti non ci stanno

Nessuna protesta oggi a San Michele dove le ruspe hanno proseguito regolarmente i lavori di scavo del greto. Al momento non è stato chiuso nessuno dei cinque varchi che consente il passaggio nel torrente alle famiglie che abitano sotto le colline.

San Michele, rotto il tubo d'acqua nel torrente

Sono proseguiti stamattina nel torrente Giostra a San Michele i lavori di scavo del greto che dovrebbero consentire all'acqua di avere a disposizione uno spazio più ampio, riducendo così le possibilità di esondazione. Al momento non è stato chiuso nessuno dei cinque varchi che consentono alle famiglie che abitano sotto la collina di raggiungere le proprie abitazioni. Ed è così saltata la protesta degli aderenti al Comitato Rinascita San Michele pronti a bloccare le ruspe nel caso in cui avessero avviato i lavori. Una delegazione del Comitato, presieduto da Lorena Fulco, stamattina si è recata comunque sul posto per discutere sul da farsi e tenere sotto controllo la situazione. Le idee sono molto chiare anche se al momento non sembrano coincidere con quelle dell'amministrazione comunale. Il Comitato intende tutelare innanzitutto gli interessi di una ventina di famiglie che vivono sull'argine destro del torrente. Chiudere anche solo uno dei varchi che consente l'ingresso dalla strada, così come disposto dall'ordinanza del sindaco Accorinti, impedirebbe agli abitanti fra cui alcuni portatori di handicap di raggiungere le proprie case. E in caso di emergenza diventerebbe troppo rischioso risalire il torrente per raggiungere il varco aperto. La proposta del Comitato Rinascita San Michele è quella di realizzare una strada arginale a partire dalla chiesa del villaggio. Una soluzione che Palazzo Zanca ritiene troppo onerosa. Più abbordabile l'ipotesi di una passerella che consenta di bypassare il greto così come già sperimentato con successo sul torrente Badiazza. Costosa anch'essa ma meno della strada arginale. E su questo punto anche il Comitato sembra possibilista ma ne dovrà discutere al più presto con gli assessori Pino e De Cola. Su un punto gli abitanti non intendono derogare. Non dovrà essere chiuso nemmeno un varco altrimenti gli abitanti di San Michele sono pronti a bloccare i lavori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi