Serie D

Messina - Nocerina a porte chiuse

Dopo la bocciatura della commissione di vigilanza sui pubblici spettacoli è arrivata anche quella della questura. Domani al Franco Scoglio, con inizio alle 15.00, si gioca la gara valida per la seconda giornata del torneo di serie D si giocherà senza pubblico.

Nasce la nuova Acr Messina

L'allenatore del Messina Antonio Venuto

Messina-Nocerina si giocherà a porte chiuse per motivi di sicurezza. Dopo la bocciatura della commissione di vigilanza sui pubblici spettacoli è arrivata anche quella della questura dopo che il sindaco Accorinti si era reso disponibile per firmare un'ordinanza di apertura. Stamani il primo cittadino incontrando il direttore generale Giovanni Carabellò e il responsabile delle relazioni esterne Niki Patti, si sarebbe fatto carico della responsabilità di far disputare la gara a porte aperte. Ma in tarda mattinata è arrivato il no definito della questura. Una decisione che farà discutere.

Nel torneo monco di una squadra, la posizione della Vibonese, in bilico tra C e D, che sarà giudicata solo venerdì prossimo, tra le favorite per la vittoria finale ci sono loro, Messina e Nocerina che prematuramente si affronteranno già domani.

I rossoneri hanno saltato la prima giornata ma già nel precampionato hanno dato una saggio delle loro potenzialità. Diverso, invece, lo stato d'animo del Messina che ha bagnato la prima con una sconfitta e adesso è costretto ad aumentare il numero di giri del proprio motore per non perdere ulteriore terreno. La battuta d'arresto ha fatto suonare il campanello d'allarme, la rosa com'era stata allestita non rispondeva in pieno all'esigenze del tecnico Venuto che si da subito si era apertamente schierato per avere in rosa un portiere under di sicuro affidamento per disporre di un opzione in più tra i calciatori di movimento. E il presidente Sciotto lo ha, finalmente, accontentato con l'ingaggio di Armando Prisco, classe 97, con trascorsi nella Pergolettese e nel Savona.

Ma non sarà questo l'unico colpo. Sul fronte formazione facile prevedere dei cambi. Non sarà lasciato fuori il centrocampista Lavrendi, uno dei migliori nel secondo tempo di Mugnano e anche Dezai pressa per giocare tra i titolari. Il tecnico della Nocerina Massimo Morgia ha convocato 21 giocatori. Oltre a tre squalificati non ci sarà neppure l'attaccante Liccardi. Punta di diamante l'ex Foggia e Cosenza Giovanni Cavallaro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi