Milazzo

Al “Majorana” oggi tutti in classe

Anche quest’anno la scuola mamertina è la prima in Italia a cominciare le lezioni. Numeri record per l’istituto del preside Vadalà con oltre 1.600 iscritti

Al “Majorana” oggi tutti in classe

Un record che difficilmente altre scuole italiane riusciranno a migliorare. A meno che decidano di cominciare l’anno scolastico ad... agosto.

Ancora una volta il Tecnico Tecnologico “E. Majorana” di Milazzo si conferma il primo Istituto in Italia ad aprire i battenti.

Questa mattina la campanella, che dà il via all’anno scolastico 2017-2018, suonerà alle 8,30 per le 13 classi prime dell’Istituto che trascorreranno la loro giornata inaugurale al “Majorana”, sperimentando i percorsi di accoglienza predisposti per le 7 specializzazioni (chimica, meccatronica, informatica e telecomunicazioni, elettronica, elettrotecnica e trasporti e logistica). Per le restanti classi le lezioni inizieranno domani.

Rispetto allo scorso anno si comincia un giorno dopo ma sol perché il 3 settembre era domenica.

Ad accogliere le oltre 300 “matricole” saranno il dirigente scolastico Stello Vadalà ed il corpo docente che, nel dare il benvenuto ai nuovi studenti, si proporranno come saldi punti di riferimento in quello che, per i prossimi cinque anni, sarà il loro percorso di formazione umana e professionale.

«Siamo pronti a cominciare con grande entusiasmo e senso di responsabilità il nuovo anno scolastico - ha affermato il dirigente - consapevoli del ruolo decisivo che la scuola deve avere nella formazione non solo culturale dei nostri ragazzi. Il “Majorana” di Milazzo si propone agli studenti e alle famiglie come la scuola da sempre improntata a strategie didattiche centrate sull’alunno al fine di garantirgli il successo nei percorsi formativi universitari e lavorativi. Quello dell’inizio delle lezioni - ha concluso Vadalà - è un momento importante e mi auguro lo sia anche per i ragazzi, soprattutto delle prime classe, che si accingono a diventare parte di un istituto prestigioso, eccellenza educativa del territorio tra i più numerosi della provincia, formato da ben 68 classi e complessivamente da circa 1.600 alunni».

Il dirigente scolastico ha poi spiegato, come peraltro fa ogni anno, al fine di evitare facili speculazioni, che la scelta consolidata di iniziare con largo anticipo l’anno scolastico consente, da anni, di garantire un orario giornaliero che prevede il termine delle lezioni alle ore 13, permettendo agli studenti, ed in particolare ai numerosi viaggiatori, di ottimizzare i tempi della loro quotidianità.

Gli auguri di un buon anno scolastico ai ragazzi e a tutta la popolazione studentesca sono giunti anche dal sindaco di Milazzo, Giovanni Formica. «Il Tecnico tecnologico “Majorana” suona ancora una volta la prima campanella d’Italia, riconfermando il suo ruolo leader tra le agenzie educative del territorio. Una scuola, quella diretta dal preside Vadalà, che rappresenta una eccellenza a Milazzo e che si è aperta anzitempo al territorio, interpretando in maniera inedita l’insegnamento».

Per quel che concerne le altre scuole mercoledì sarà il tecnico tecnologico “Da Vinci” ad iniziare le attività accogliendo le classi prime e, nei giorni successivi, tutti gli altri. Più fortunati gli studenti del liceo classico-scientifico “Impallomeni” chiamati a ripresentarsi in classe a metà settembre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi