Messina

Acqua, una settimana di disagi

I particolari della settimana che scatterà da lunedì, quando Amam prevede acqua razionata per la città

Dalle 10 in funzione il primo tubo del by pass

I primi effetti si noteranno a partire da martedì sera, ma per tutta la settimana potrebbero prolungarsi i disagi.

I lavori di posa definitiva della nuova tubazione a Calatabiano comporteranno la chiusura dell’erogazione dell’acqua dell’acquedotto Fiumefreddo (la principale fonte della città) per 48 ore: da lunedì alle 12 a mercoledì allo stesso orario.

Due giorni in cui Messina avrà l’acqua razionata, dovrà farsi bastare quella che avrà incamerato lunedì mattina, sperando che torni al più presto possibile anche nelle zone in cui di solito il ripristino della normalità è più lento.

In gran parte della città, la distribuzione idrica avviene di solito per circa 6 ore al giorno, a partire dalla 4 del mattino. Per tutto il resto della giornata usiamo il liquido che i nostri serbatoi hanno conservato. Per far fronte alla chiusura del Fiumefreddo per 48 ore (ma potrebbero essere anche meno) Amam ridurrà quelle sei ore a più o meno la metà per due giorni, martedì e mercoledì, quando è previsto il clou dei lavori. Le scorte che l’azienda ha nei grandi serbatoi sparsi per la città, in questo modo, saranno utili a dare una razione pur ridotta, ma a tutti, di acqua.

Quindi si avrà a disposizione la solita acqua lunedì. Martedì, in base alle previsioni da confermare di Amam, un parte della città disporrà di una prima razione che dovrà bastare fino a giovedì. Mercoledì toccherà invece all’altra parte della città.

I primi effetti della ridotta erogazione si avranno martedì sera, quando i serbatoi condominiali e più facilmente quelli più piccoli delle case singole potrebbero andare in riserva, specie se nella giornata precedente e nella stessa si è abusato del liquido. E per questo che occorrerà un uso oculato dell’acqua in quelle giornate. Per non prosciugare le proprie riserve.

A mezzogiorno di mercoledì, i lavori sulla condotta saranno conclusi, salvo imprevisti o anticipi, e quindi pian piano l’acqua sarà reimmessa nella rete.

La nuova erogazione, a quel punto completa, avverrà giovedì mattina all’alba per tutta la città e la maggior parte di Messina potrà tirare un sospiro di sollievo e programmare… qualche bucato in più.

Tuttavia, l’esperienza delle scorse interruzioni idriche ha insegnato due cose: che di solito i lavori durano meno di 48 ore, ma soprattutto che il ritorno alla normalità in città non avviene istantaneamente per tutti. Alcune zone, quelle più alte o peggio servite dalla rete (ad esempio, Annunziata, Quartiere Lombardo, le colline) possono avere seri ritardi per l’approvvigionamento completo. Non a caso, Amam parla di un ritorno a regime per sabato per l’intera città.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi