capitale della cultura 2020

"Messina punta a vincere"

Lo ha dichiarato l'assessore alla cultura Federico Alagna. Il 15 settembre la città dello Stretto confermerà, la propria candidatura per essere nominata Capitale della Cultura 2020. Si sfiderà con altre 45 città di cui altre cinque siciliane. La prima selezione il 15 novembre, la proclamazione il 31 gennaio 2018

Messina sempre più  in crisi d’identità

Il dossier del Comune di Messina, da mandare al Ministero dei beni e delle attività culturali e al Turismo, sarà pronto la prossima settimana. Entro il 15 settembre ogni Comune dovrà confermare la propria adesione inviando anche il programma delle attività culturali previste, una valutazione di sostenibilità-economico finanziaria e gli obiettivi che si intendono raggiungere. Le candidature saranno esaminate da una giuria di sette esperti del mondo della cultura, delle arti e della valorizzazione territoriale e turistica. Entro il 15 novembre sarà selezionata una rosa di dieci città “finaliste” che si sfideranno sino a gennaio 2018, quando, il 31, sarà proclamata la Capitale della Cultura 2020 a cui sarà assegnato un contributo di un milione di euro. 46 le città candidate, sei quelle siciliane: Messina, Agrigento, Catania, Noto, Ragusa e Siracusa. “Questo dimostra come la Sicilia stia puntando sempre di più con convinzione – ha dichiarato nei giorni scorsi l’assessore ai Beni culturali e all’identità siciliana Carlo Vermiglio - sul patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, inteso come museo diffuso e cuore di una valorizzazione integrata che metta a sistema le eccellenze dei territori, creando crescita economica e sociale» L’amministrazione comunale peloritana da settimane sta pianificando le attività strategiche per conquistare il titolo. Soddisfatto per l'ampia adesione delle maggiori istituzioni locali, delle associazioni culturali e di molti privati, l'assessore alle Politiche culturali, Federico Alagna, il quale, nel corso di una serie di assemblee ha raccolto numerosi contributi utili per la stesura del dossier. “Puntiamo a vincere”- ha dichiarato Alagna, convinto che il percorso intrapreso sia quello giusto e che Messina non abbia nulla da invidiare alle sue avversarie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi