MESSINA

Vara in diretta su RTP dalle 17,45

Tutto pronto per la processione della Vara, tradizionale appuntamento del ferragosto messinese. La partenza prevista alle 18,30 da piazza Castronovo ma RTP seguirà l'evento già dalle 17, 45 con una lunga diretta in collaborazione con Videobank. Molte le strade chiuse al transito veicolare già a partire dalle 17 in ragione del piano di sicurezza.

Vara in diretta su RTP dalle 17,45

Il ferragosto messinese fa segnare anche oggi altri tradizionali appuntamenti del calendario. Dopo la maratona che si è svolta ieri sera, nella quale sono state ricordate le vittime di mafia, stasera alle 22 prevista la terza ed ultima passeggiata dei Giganti, Mata e Grifone, i mitici fondatori di Messina. Le statue equestri lasceranno piazza Unione Europea per raggiungere, attraverso via Garibaldi, il viale Giostra e fare poi ritorno davanti al Municipio da dove domani osserveranno il passaggio della Vara. Alle 20,30 tradizionale celebrazione eucaristica ai piedi del cippo della Vara a piazza Castronovo, presieduta dall'arcivescovo Giovanni Accolla. Domani alle 7.30, sempre a Piazza Castronovo il via alle operazioni di montaggio delle gomene mentre alle 9 saranno sparati a salve colpi di cannone sotto la stele della Madonnina. Alle 17.45 inizierà la lunga diretta che anche quest'anno la Rtp, in collaborazione con Videobank, offrirà alla città. La giornata si chiuderà con i tradizionali giochi pirotecnici.
Come accaduto negli ultimi anni per la processione della Vara, sono attese oltre 100.000 persone. Una marea umana per la quale sono stati previsti nuovi provvedimenti legati tanto alla sicurezza che alla viabilità. Le norme antiterrorismo, varate dopo i recenti attentati in varie città europee, impongono tante novità che potrebbero anche creare dei disagi ma del tutto inevitabili. Su tutte la chiusura delle strade che avverrà con largo anticipo rispetto alle passate edizioni. Già dalle 17 non saranno più percorribili non solo la strada dalla quale transiterà la vara, ma anche quelle limitrofe. Questo anche per consentire di sistemare i 16 mezzi del Comune e delle partecipate che fungeranno da barriere protettive. Questo provvedimento nasce dopo gli attentati compiuti con i TIR lanciati sulla folla. Le barriere saranno poste nei luoghi in cui maggiore è l'afflusso dei fedeli, come la partenza di Piazza Castronovo e la suggestiva girata di via Primo Settembre. E poi agli incroci come quello tra via Tommaso Cannizzaro e via Garibaldi, e quello di Boccetta con via Garibaldi. Ovviamente l'ideale sarebbe che quanti seguiranno la processione non raggiungano il centro in auto per non intasare la zona. A tal proposito va ricordato che domani per tutta la giornata resteranno aperti i parcheggi Zaera Sud e Cavallotti. Il tram funzionerà con corse frequenti ma solo tra il capolinea di Gazzi e la stazione Centrale. Corse speciali dei bus, collegheranno la periferia Nord il centro. Altra novità di quest’anno, la realizzazione di un piano sanitario ad hoc. Il posto medico avanzato non sarà più come l’anno scorso a villa Mazzini ma al piano terra del Palacultura. 18 le ambulanze dislocate sul percorso e stabilita una serie di aree di emergenza. A ridosso delle corde ci saranno dei volontari per evitare intromissioni. Una squadra di soccorritori a piedi servirà a garantire un intervento immediato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi