Messina

"Marullo", si punta sulla concessione pluriennale

Il Comune ha predisposto un bando per la gestione del campo Marullo di Bisconte per i prossimi quindici anni. Nelle ultime tre stagione lo ha gestito il Camaro in rappresentanza di un comitato di società sportive della città. Lo stesso gruppo ha presentato stamattina la sua proposta.

"Marullo", si punta sulla concessione pluriennale

“Assicurare la messa a norma e l’agibilità di tutte le strutture sportive. Affidare in gestione gli impianti alle società sportive”. Erano punti chiave del programma elettorale presentato cinque anni fa dall’amministrazione Accorinti. E per il “Marullo” di Bisconte potrebbero presto diventare una concreta realtà. 

C’è un bando che Palazzo Zanca ha predisposto e che scade tra due giorni. E c’è anche una proposta, presentata dal Camaro in rappresentanza dell’ormai consolidato comitato formato dalle principali società di calcio dilettantistiche messinesi. 

Sono le stesse squadre che hanno gestito l’impianto negli ultimi tre anni, restituendolo alla città e rendendolo decoroso, nonostante i mille problemi.

Il Marullo rischiava di diventare l’ennesimo monumento al degrado, l’intervento delle società che si sono rimboccate le maniche e messe al lavoro ha permesso alla struttura di sopravvivere, ripartire e trasformarsi nel principale riferimento per tutte le squadre alla ricerca di un campo per allenamenti e partite.

Uisp, Aics, tornei nazionali degli ordini professionali, memorial e altri eventi, anche singoli, hanno trovato spazio a costi estremamente contenuti. 

Ma la gestione, sin qui, è sempre stata solo annuale. Ora c’è questo bando che prevede un accordo per 15 anni, con tutta una serie di impegni a carico della società che prenderà in gestione il campo. Oltre all’ordinaria amministrazione, bisognerà effettuare alcuni interventi straordinari, che vanno dall’adeguamento della tribuna alle normative di sicurezza, alla sistemazione di bagni e spogliatoi, passando per tutta una serie di altri interventi per un impegno complessivo di circa 130mila euro.

Il Camaro stamattina ha presentato la sua proposta, sulla base del bando, aggiungendo anche la disponibilità a creare un manto in sintetico per rendere ancor più moderna una struttura che oggi ospita decine di squadre ogni giorno. 

Se tutto andrà secondo le previsioni, presto arriverà l’affidamento. Un passo importante che consentirà al “Marullo” di rinascere del tutto.

Un po’ l’idea che l’amministrazione ha in mente anche per il “Celeste”, ovviamente con una differenza sostanziale: lo stadio di via Oreto verrebbe concesso in esclusiva al Messina che in questi giorni sta lavorando per il ripristino del manto erboso e, come racconta l’uomo di fiducia del presidente Sciotto, Pasquale Squadrito, ha già effettuato i primi interventi sulle trivelle per l’acqua e sull’impianto di irrigazione.

Per lo stadio, la strada più veloce da percorrere per il momento è quella dell’affidamento annuale. In prospettiva, si parlerà di concessione pluriennale. Ammesso che non si riesca a farlo già in queste settimane. Ipotesi, comunque, difficile proprio per motivi di tempo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi