Messina

Mercato Zaera, la palla passa al Consiglio comunale

La Giunta comunale ha approvato la delibera relativa ai lavori e al trasferimento di una trentina di operatori. Nell’area di viale Europa sorgeranno due piani fuori terra, parcheggi e celle frigo

Mercato Zaera, la palla passa al Consiglio comunale

Prima arriverà il voto del consiglio comunale, prima potranno scattare i lavori al mercato Zaera e il trasferimento degli operatori all’ex Ittico. Nei giorni scorsi, la Giunta ha approvato la proposta di delibera da presentare al civico consesso, preparata dal dipartimento Commercio, con cui sarà possibile trasferire una trentina di operatori che si trovano al mercato di viale Europa da 21 anni in un’area provvisoria e altrettanto centrale come quella che guarda via campo delle Vettovaglie. All’ex mercato Ittico, da un paio di mesi, sono stati completati i lavori di ristrutturazione dello spazio con la realizzazione di una trentina di stand.

Ma il trasloco quando avverrà? L’attesa potrebbe essere breve, ma quando ci sono di mezzo atti che dalla Giunta vanno in Consiglio è bene usare una buona dose di cautela. È di competenza dei 40 membri dell’Aula votare la delocalizzazione dei mercati. L’Amministrazione ha solo potuto preparare la proposta e ora attende l’esito, sul quale è difficile immagine sorprese, ma soprattutto i tempi. Non essendoci ricaduta sul Bilancio, non dovrebbero intervenire i revisori dei conti, il resto lo dovrà il calendario d’Aula.

Appena deliberato dal Consiglio, i 30 operatori commerciali dello Zaera saranno trasferiti all’Ittico, dove dovrebbero restare un anno e mezzo. È il tempo necessario per la ristrutturazione completa di questo prezioso spazio nato per essere utilizzato per sei mesi e che invece è un riferimento per molti messinesi dal 1996.

Saranno spesi 1,4 milioni di euro con due piani fuori terra, parcheggi, celle frigo e 48 posti. Ma se la progettazione esecutiva è stata conclusa, la stessa cosa non si può dire per la realizzazione il cui bando non è ancora partito. Il dipartimento guidato dal dirigente Antonio Amato aspetta l’ultimo nulla osta dai vigili del fuoco per la sicurezza.

Tornando all’ex Ittico, va aggiunto che «troveranno posto non solo i commercianti di Zaera – spiega l’assessore la Commercio Guido Signorino – ma anche i 5 del cosiddetto “mercatino delle pulci” di viale Europa, costretti ad andare via per i lavori della nuova via don Blasco».

Lo spostamento dell’attività mercatale nella zona del porto storico, porterà anche a qualche modifica viaria. I parcheggi di via Alessio Valore, la strada che costeggia l’Ittico, sarà chiusa nel suo sbocco in via La Farina. I posteggi, sistemati al centro della carreggiata, diventeranno a pagamento (c’è già l’ok del dipartimento Mobilità) e sia l’ingresso che l’uscita dei mezzi potrà avvenire esclusivamente da via Savoca. Chi non dovesse trovar posto in via Valore potrebbe usare il parcheggio multipiano Cavallotti.

E quando i lavori allo Zaera saranno conclusi, che ne sarà dell’Ittico? «Possiamo immaginare un mercato evoluto come Eataly con i privati – dice l’assessore Guido Signorino – o uno spazio culturale. Dobbiamo fare una scelta d’impatto per quel luogo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi