messina

Fermata per una rapina, arrestata per un'altra

Sulla minorenne tedesca ritenuta responsabile insieme a tre connazionali della rapina a un addetto alla consegne di una pizzeria, pendeva un mandato d'arresto europeo

polizia

Risale a qualche giorno fa il fermo di P.G ai danni di quattro tedeschi, tre maggiorenni ed una minorenne,  per il reato di rapina ai danni di un pony express addetto alla consegna delle pizze.

I quattro erano a bordo di una Ford Focus station Wagon intestata ad un loro connazionale quando i poliziotti delle volanti ne interrompevano, assicurandoli alla giustizia, gli ulteriori propositi criminosi.

Gli operatori, come di consueto, iniziavano un’approfondita attività di indagine riguardante anche il mezzo all’interno del quale erano state, tra l’altro, rinvenute due targhe abbinate ad autovettura italiana di proprietà di un messinese.

Ebbene è di ieri pomeriggio l’esecuzione di un mandato europeo dell’A.G. Tedesca eseguito, per la minore, dai poliziotti dell’U.P.G.S.P della Questura di Messina per i reati di rapina ed estorsione ai danni del proprietario dell’autovettura commessi all’estero lo scorso luglio.

Anche questa volta la banda ha operato con le stesse modalità: una scusa per avvicinare la vittima, calci,  pugni e la consegna da parte del malcapitato di quanto in suo possesso. Oltre a soldi, telefono, carta di credito, le chiavi della Ford di cui sopra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi