Messina

Alla contrada di Paradiso il primo palio dell’estate

Battuti i team di Case Basse, Pace e Grotte. La prossima sfida il 5 agosto

Alla contrada di Paradiso il primo palio dell’estate

L’equipaggio della contrada Paradiso si aggiudica la vittoria del primo Palio d’estate, seguito dai team della Motonautica Case basse Paradiso, di Pace e di Grotte. La manifestazione, svoltasi ieri pomeriggio e giunta alla 19° edizione, apre la stagione delle competizioni tra le contrade marinare, organizzate dai borghi della riviera nord di Messina.

Si tratta di una delle numerose iniziative volte alla valorizzazione degli sport di mare (vela, canoa, kajak), promossa dall’associazione Motonautica e velica peloritana presieduta dall’avvocato Giuseppe Vadalà Bertini. Una competizione breve ma intensa dal punto di vista della fatica, percorsa su un tratto di mille metri tra l’Hotel Paradise e la sede dell’associazione, dove sono fondamentali sprint e resistenza.

Si dichiarano soddisfatti i componenti della squadra vincitrice, Alessandro Andronico, Domenico Crisafulli, Franco De Francesco e la giovane figlia Asia, sedicenne, alla prima esperienza come timoniere. Nel team anche Giovanni Ficarra, campione del mondo di canottaggio nel 2015, che ha sostituito Dario Crupi.

Seconda sul podio la squadra della Motonautica Case Basse, formata da Aldo Ruto, Ciccio Visalli, Gigi Siracusano, Enrico Palmeri e il timoniere Daniele Denaro. «Un buon piazzamento che corona l’impegno sportivo della nostra Associazione», ha dichiarato il consigliere Attilio Borda Bossana, delegato alla nautica.

Per la contrada di Pace, hanno partecipato Lillo Donato, Stefano Manganaro, Andrea Rotondo, Roberto Manganaro e Francesco Donato, mentre per quella di Grotte c’erano Andrea Totaro, Antonio Neri, Gaetano Samperi e Davide Mangraviti.

La premiazione si è svolta nella sede del circolo nautico, alla presenza di tutti i membri del direttivo, dei soci e del pubblico che ha seguito le fasi della competizione, svoltasi regolarmente grazie all’assistenza in mare della Guardia Costiera e al servizio sanitario garantito dalla confraternita della Misericordia.

Il 1° Palio d’estate, riavviato nel 1999, è collegato ai festeggiamenti che nell’800 si svolgevano nell’ultima domenica di luglio in onore della Madonna di Porta di Paradiso, venerata nella cappella gentilizia della famiglia del cavaliere don Raimondo Marquett, proprietario di un’estesa villa all’ingresso del villaggio rivierasco.

Come annotava lo storico Samperi la villa, arricchita da “copiose fontane, artificiose spalliere di mortine, di gelsomini, di limoni, di aranci e per l’abbondanza di ottimi frutti”, meritò il nome Paradiso che poi fu esteso a tutta la contrada.

La gara si svolge a bordo delle “paciote”, le classiche imbarcazioni caratterizzate dal basso pescaggio e dalle veloci linee d’acqua, utilizzate un tempo per il contrabbando del sale.

Le contrade torneranno a sfidarsi, sempre a bordo delle “paciote”, sabato 5 agosto per il Palio storico, nell’ambito del 446° anniversario dello spettacolare sbarco di Don Giovanni D’Austria a Messina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Era meningite di gruppo B

Era meningite di gruppo B

di Marina Bottari