Nuoto di fondo

Da Vulcano a Milazzo in 13 ore

L’impresa è del messinese Francesco Boncordo

Da Vulcano a Milazzo in 13 ore

È Francesco Boncordo, per gli amici “B-boy” il protagonista di questa estate. Lo scorso mercoledì ha compiuto la traversata Vulcano-Milazzo a nuoto stile libero, un’impresa in solitaria durata ben tredici ore.

Trentatreenne di Messina, ballerino di hip-hop e breakdance, a Francesco sono stati necessari tre mesi di allenamento costante per portare a termine la sfida. «Per le prime undici ore è andato tutto bene. Dalla dodicesima, sentivo le correnti spingermi indietro, ma con la mia cocciutaggine non mi sono arreso un secondo» ha raccontato l’atleta tesserato con la Waterpolo Messina, gruppo master.

La traversata è incominciata dalla scogliera di Punta bandiera a Vulcano alle 7.15 per concludersi a Capo Milazzo alle 20.15. Al suo fianco, oltre allo staff tecnico, il forte supporto morale della mamma Rosanna, del fratello Cristiano e del migliore amico Giuseppe. All’arrivo, lacrime e abbracci fra parenti e amici che lo aspettavano e grandissima soddisfazione per lui e l’organizzazione.

Già nel 2013 e nel 2014 Francesco aveva solcato lo Stretto, la prima volta solo andata, la seconda, invece, andata e ritorno. Una passione che continua ad alimentarsi negli anni e che sicuramente porterà il “B-boy” dei Peloritani ad altre future imprese, chissà, magari in altre parti d’Italia o d’Europa. Con sempre nuove sfide.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi