lo ha deciso il gip Matroeni

Operazione Beta, l'avvocato Lo Castro ai domiciliari

Confermata la custodia in carcere per l’ingegnere Raffaele Cucinotta.

Operazione Beta, l'avvocato Lo Castro ai domiciliari

L’inchiesta antimafia “Beta” ha tolto il velo da attività in cui risultano coinvolti anche “colletti bianchi”. Tra questi, due professionisti: l’avvocato Andrea Lo Castro e l’ingegnere Raffaele Cucinotta, sulle cui esigenze cautelari si è pronunciato il gip Salvatore Mastroeni. Il primo passa dalla custodia in carcere agli arresti domiciliari, visto che per il giudice ha parzialmente chiarito i rapporti con alcuni indagati durante l’interrogatorio di garanzia.

E il difensore di Lo Castro, l’avvocato Nino Favazzo, sottolinea che «la decisione rappresenta un primo importante traguardo, cui – confido – ne seguiranno altri, fino a giungere a dimostrare la sua completa estraneità rispetto a tutte le contestazioni mossegli». Resta invece dietro le sbarre Cucinotta, funzionario del Comune di Milazzo, all’epoca dei fatti in servizio a Palazzo Zanca. 

L'articolo completo nell'edizione in edicola oggi della Gazzetta del Sud

clicca qui per acquistare la copia digitale

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi