MESSINA

Polizia Municipale, organico insufficiente

Si infiamma il dibattito sulla necessità di rimpinguare il corpo della Polizia Municipale. Dopo il presidente del consiglio comunale Barrile e della Cisl oggi è intervenuta la RSU a ricordare le difficoltà che i vigili incontrano a gestire le tante emergenze del territorio.

poliziamunicipale messina

Finalmente se ne parla con decisione. Nei giorni scorsi era stato il presidente del consiglio comunale Emilia Barrile a chiedere al sindaco di rivolgersi al governo perchè venga bandito un concorso e implementare la pianta organico della Polizia Municipale ridotta ormai al lumicino e con un'età media superiore a 55 anni. L'ultimo concorso per vigili a tempo indeterminato -aveva ricordato la Barrile - era stato bandito nel 1989, per l'assunzione di 250 agenti ed oggi in vigili in servizio sono solo 313 mentre secondo un decreto assessoriale regionale del 93 dovrebbero essere addirittura 1108. Ora dopo la Cisl prende posizione anche la RSU per voce di Carlo Abate e Gaetano Giordano che ricordano le grandi difficoltà a cui va incontro il corpo di Polizia Municipale, tenuto conto dell’estensione del territorio comunale, delle peculiarità del sistema viario cittadino, dell'emergenza immigrati e del numero esiguo di personale disponibile.
Tutto ciò -sottolinea il sindacato- comporta il perdurare di una situazione di emergenza nella viabilità cittadina, caratterizzata dal caos più totale nelle strade del centro urbano e non solo, dalla continua
presenza di mezzi pesanti nelle strade interne al perimetro urbano e che pertanto porta alla conclusione che l’emergenza traffico in città non sia mai stata risolta.
Abate e Giordano ricordano che secondo i parametri fissati dalla Regione, basati su superficie, popolazione, scuole e quartieri, il Corpo della Polizia Municipale di Messina dovrebbe essere dotato di 1108 unità così come già sottolineato dalla Barrile nella lettera inviata ad Accorinti.
La RSU ritiene che sia assolutamente necessario rimpinguare il personale del corpo della Polizia Municipale con l’assunzione a tempo indeterminato, entro il 2018, dei 49 agenti precari che ormai, dall'ottobre 2010, sono entrati a far parte a pieno titolo dell’organico del corpo.
Il sindacato ritiene che Grazie al Decreto Sicurezza si
possano usare, per il turnover della Polizia Municipale, l’80% delle risorse assunzionali nel 2017 ed il 100% nel 2018 quindi si potrebbero assumere tutti i precari della Polizia Municipale e prevedere allo stesso tempo la progressione del personale di ruolo. Un intervento ormai indispensabile per mettere a disposizione del Corpo i mezzi necessari ad affrontare tutte le emergenze del territorio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Ecco i sei che progettavano un’altra Capaci

Ecco i sei che progettavano un’altra Capaci

di Francesco Celi - Leonardo Orlando

Tre arresti per una vendetta

Tre arresti per una vendetta

di Rosario Pasciuto