MONDIALE MOTOCROSS

Trionfo Cairoli, titolo ad un passo

Il pattese vince anche in Portogallo. Successo numero 82 in carriera, dopo una bella battaglia col giovane Herlings

Trionfo Cairoli, titolo ad un passo

È un Cairoli spumeggiante quello che sulla sabbia rossa di Agueda conquista il Gran Premio del Portogallo, il numero 82 della carriera. Il pattese, in forza alla Red Bull Ktm Factory, riesce nell’impresa grazie a una seconda manche perfetta, che getta le basi per il nono titolo iridato. A sette gare dalla conclusione è a dir poco imbarazzante il vantaggio su Clement Desalle, il belga che occupa la seconda posizione.

Un successo, quello di Cairoli, che ancora una volta è esaltato dal confronto con il compagno di scuderia Jeffrey Herlings, un peperino con carattere da vendere. Dopo la batosta di Ottobiano, nel Gran Premio di Lombardia, su un circuito tecnico e difficile come quello di Agueda le qualità del giovane olandese sono emerse in pieno. Il confronto con gli avversari non c’è stato, e i sorpassi effettuati nel recupero di gara-1 lo hanno dimostrato. Herlings a metà gara è risalito fino a raggiungere Cairoli, lo ha sorpassato ed è andato via. Il pattese, che nel finale si era ripromesso di andarlo a prendere, ha calcolato male i tempi attaccando forse un po’ in ritardo e chiudendo gara-1 a poco meno di un secondo da Herlings.

Un risultato di prestigio quello conquistato dalla seconda guida della Red Bull Ktm Factory. E non c’è dubbio che il contesto spettacolare nel quale è maturato ha alimentato la fiammella della speranza di aggiudicarsi il Gran Premio dopo la bella performance di gara-1.

All’abbassarsi del cancello della seconda manche, però, la Ktm di Cairoli a metà rettilineo con un guizzo perentorio balza davanti a tutti e con una curva stretta all’inverosimile mette i rivali a tacere. Gara-2 è sulla falsariga della prima: holeshot di Cairoli e fuga questa volta determinata da un vantaggio che giro dopo giro si attesta sui nove secondi. Dalle retrovie alle spalle di Tonino si intravede il tedesco Max Nagl che si difende come può per buona parte del G.P. fino all’attacco di Herlings che lo sorpassa al doppio della velocità. Il giovane olandese ci crede, forte anche dei giri veloci che lo avvicinavano a Tony, ma quando è a tre secondi il pattese cambia marcia. Con un’accelerata devastante in un giro riporta il vantaggio oltre i 5 secondi e mette la parola fine al Gran Premio. Nei giri conclusivi Tonino gestisce il vantaggio giungendo al traguardo con pochi secondi su Herlings. I due si scambiano i complimenti, poi Cairoli sventola la bandiera italiana consegnata da un tifoso prima di salire sul podio per la festa.

E gli avversari di Tony? Clement Desalle non è mai stato in partita. Ha chiuso ottavo e peggio ancora di lui ha fatto Gautier Paulin, che si è piazzato dodicesimo. Sono i più immediati inseguitori di Cairoli che adesso sono staccati rispettivamente di 91 e 95 punti. Quarto è Jeffrey Herlings che, complice un infortunio a inizio stagione che ne ha ritardato lo stato di forma sta risalendo la classifica e adesso è a un solo punto da Paulin. Un successo per la casa orange che può puntare su due alfieri di assoluto prestigio come Antonio Cairoli e Jeffrey Herlings per aggiudicarsi la classe regina.

Classifiche

Gara-1

1) Jeffrey Herlings (Ola-Ktm); 2) Antonio Cairoli (Ita-Ktm); 3) Arminas Jasikonis (Ltu-Suz.); 4) Max Nagl (Ger-Hus.); 5) Romain Febvre (Fra-Yam.); 6) Clement Desalle (Bel-Suz.).

Gara-2

1) Cairoli; 2) Herlings; 3) Jasikonis; 4) Febvre; 5) Nagl; 5) Gajser.

Gran Premio

1) Antonio Cairoli; 2) Jeffrey Herlings; 3) Arminas Jasikonis; 4) Romain Febvre; 5) Max Nagl; 6) Tim Gajser.

MxGP:

1) Cairoli punti 478; 2) Desalle 387; 3) Gautier Paulin 383; 4) Herlings 382; 5) Gajser 310; 6) Febvre 309.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi