messina

Atm, Giovanni Foti scende qui

C'era l'intera giunta stamattina nel salone delle Bandiere di palazzo Zanca a salutare il direttore generale dell'Atm Giovanni Foti a chiusura del suo mandato.

Atm, Giovanni Foti scende qui

Dal 2013 l'azienda trasporti municipalizzata di Messina ha compiuto un salto di qualità non indifferente. Lo hanno ribadito con dati alla mano tutti i rappresentanti Atm oggi presenti per l'addio al direttore generale Foti. Chiuso il suo mandato, anche se lascia intendere che non si tratta di un saluto definitivo, ciò che conta e che lascia sono i numeri. 208% in più, in tre anni, di viaggiatori trasportati, azione forte di contrasto all'evasione tariffaria.

Nel 2013 i non paganti erano l'80% oggi il 25% con un ricavo sui titoli di viaggio del 59% in più sui biglietti e dell'86% sugli abbonamenti. In aumento anche gli introiti per le sanzioni, la produttività del personale, il chilometraggio di bus e tram e dato conclusivo l'indice di produttività con un 40% in più sui ricavi e, di contro, solo un 15% in più sui costi di produzione. Numeri che hanno attirato l'applauso compiaciuto non solo della giunta, arrivata al gran completo con alcuni consiglieri comunali, ma anche del personale che oggi si sente soddisfatto e sereno dal punto di vista lavorativo. L'Atm nel periodo di vacatio, fino alla nomina del nuovo direttore generale, sarà retta da Daniele De Almagro, attuale direttore amministrativo che ricoprirà la carica ad interim.

Al tavolo anche Vincenzo Poidomani, direttore della tranvia e Natale Trischitta gestore trasporti dei bus. “Una squadra - hanno ribadito amministratori e dirigenti, compreso il commissario speciale Domenico Manna oggi assente per motivi familiari - che ha lavorato bene e che oggi raccoglie i suoi frutti”. Perfezionato anche il servizio al cittadino con due nuove app, dopo l'ultima recente, la My Cicero che consente all'utente di fare il biglietto direttamente con il cellulare.

Alle nuove applicazioni sul trasporto pubblico, presentate oggi da Alberto Billè esperto aziendale per il settore, si accede dal sito internet ATM. L’App “MyATM” per le informazioni sulle fermate, le rivendite, le tariffe, gli orari e gli avvisi all'utenza e l'app “Falco” che consente di visualizzare sul telefonino, in ogni momento, gli orari e i passaggi di ogni mezzo a qualsiasi fermata. Tanti nuovi indici di qualità per un'azienda che si può dire oggi al passo con le altre. “Adesso - ha auspicato Cacciola – la base c'è, il prossimo passo è quello di fare in modo che si riempiano i mezzi”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi