Concerto

Vladimir e Vovka Ashkenazy a Messina

Cresce l'attesa, non solo in città, per l'evento previsto giovedì 1 giugno al “Vittorio Emanuele”, con inizio alle ore 21

Vladimir e Vovka Ashkenazy a Messina

Cresce l'attesa, non solo in città, per il concerto che Vladimir e Vovka Ashkenazy (due pianoforti) terranno il prossimo giovedì 1 giugno al “Vittorio Emanuele”, con inizio alle ore 21.

Si tratta del primo evento promosso, d'intesa con il commissario straordinario Jervolino e con il sovrintendente Bernava, dal nuovo direttore artistico della sezione Musica dell'ente, Matteo Pappalardo, dal suo insediamento, avvenuto nella prima metà di marzo.

Si presenta di particolare raffinatezza e di indubbio fascino il programma scelto per la performance in riva allo Stretto (che, con le tappe di Milano e Torino, costituisce il tour italiano del duo): dopo il “Divertissement à la hongroise” in sol minore D. 818 op. 54 di Schubert, infatti, verranno eseguite splendide pagine di Smetana (“La Moldava”), Ravel (la celebre “Rapsodie espagnole”) e Rachmaninov (la Suite n. 1 op. 5, meglio nota come “Fantaisie-Tableaux”).

Nell'intento di riportare il grande pubblico al “Vittorio Emanuele” è stata prevista una scontistica speciale, rivolta ai giovani ma, più in generale, agli appassionati e ai musicofili della nostra città: - 40% per gli abbonati istituzionali dell'ente e – 30% per docenti, allievi e personale del Conservatorio “Corelli” (e degli istituti collegati, ovvero il Liceo Musicale “Ainis” di Messina e il Liceo Musicale “Verga” di Modica) e per gli abbonati alle associazioni musicali storiche cittadine (Filarmonica Laudamo, Accademia Filarmonica e “Vincenzo Bellini”), dietro l'esibizione della tessera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

105 assunzioni al "Piemonte"

105 assunzioni al "Piemonte"

di Marina Bottari

Via dei Mille, rubate 15 piantine

Via dei Mille, rubate 15 piantine

di Maurizio Licordari