PALLANUOTO

Wp Messina si prepara alla finale scudetto

La società di Felice Genovese per il secondo anno consecutivo con il gotha della pallanuoto femminile

Waterpolo Messina, ecco il girone eliminatorio di Eurolega

Aiello-Genovese-Radicchi

Per il secondo anno consecutivo, la Waterpolo Despar Messina potrà competere per lo scudetto, un traguardo di prestigio per la società di Felice Genovese che, con grandi sacrifici, veicola il nome della città in giro per l'Italia e anche per l'Europa, vista la partecipazione della squadra all'Eurolega, la più importante manifestazione del continente. Dopo la finale disputata nella scorsa stagione alla piscina Cappuccini, le ragazze di Maurizio Mirarchi ci riprovano a Rapallo, la sede scelta dalla federazione per l'assegnazione del titolo. Anche in questa edizione sarà Padova la squadra da battere. Come le peloritane, anche le campionesse in carica, che hanno chiuso al primo posto la fase regolare, cominceranno la Final Six Scudetto dalla semifinale. Il via alla manifestazione giovedì pomeriggio con le gare dei quarti di finale tra Bogliasco e Si s Roma e tra Ekipe Orizzonte Catania e la sorpresa Milano. Proprio la vincente di quest'ultima sfida, i pronostici indicano chiaramente le etnee, affronterà la Waterpolo Despar Messina venerdì alle 17.00, con diretta su RaiSport. Un derby che si preannuncia equilibrato, aperto ad ogni soluzione anche se le peloritane nelle ultime partite hanno dimostrato di essere in gran forma. Oltre alle sue nazionali, Aiello e il capitano Radicchi, la Waterpolo Despar Messina punta su Izabella Chiappini, la giocatrice brasiliana che ha chiuso al primo posto nella classifica delle marcatrici con 62 gol e che presto diventerà uno dei nuovi punti di forza della nazionale italiana. Per il resto il tecnico potrà ruotare le altre due straniere in organico, la russa Kuzina e la neozelandese Lopes Da Silva e sul gruppo di italiane che hanno chiuso in seconda posizione. Dubbi, invece, su chi difenderà la porta. Le buone prestazioni offerte hanno promosso la giovane Silvia Laganà ma la Ventriglia, ormai recuperata, proverà ad invertire le gerarchie. Ma al di là di chi sarà il portiere titolare, conterà soprattutto l'obiettivo, quello di giocare la finale per lo scudetto sabato pomeriggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi