Messina

Scuole (e strade) chiuse, è in arrivo il Giro d’Italia

I preparativi della tappa di mercoledì prossimo. Oggi in Questura, invece, sarà presa la decisione di chiudere o no due svincoli, quello di Boccetta e di Tremestieri

Scuole (e strade) chiuse, è in arrivo il Giro d’Italia

Scuole chiuse e tante iniziative per lanciare il Giro. A una settimana dall’arrivo in città della quinta tappa della corsa rosa, i briefing sono diventati quotidiani. Ieri quello in Prefettura che ha confermato il percorso cittadino che coinvolgerà i ciclisti negli ultimi 28 km, dodici dei quali in circuito. Oggi in Questura, invece, sarà presa la decisione di chiudere o no due svincoli, quello di Boccetta e di Tremestieri per evitare di ingolfare il traffico proveniente dalla tangenziale durante le due ore di chiusura al traffico delle strade cittadine.

Sciolto il nodo, invece, delle scuole. Il sindaco Accorinti con sua ordinanza, in accordo anche con l’Ufficio scolastico provinciale, chiuderà tutti gli istituti cittadini, compresi quelli delle zone che non saranno toccate dal Giro. Il tragitto cittadino attraversa, in realtà, i quartieri dal primo al quinto. Ma le ripercussioni sul traffico, con diverse strade chiuse e i mezzi pubblici a scartamento ridotto (venerdì la conferenza stampa con tutti i dettagli) saranno tali da rendere difficile ogni spostamento in città.

Le strade da dove passeranno i corridori saranno chiuse ai veicoli non autorizzati sin dalle 14.30. Man mano che la corsa sarà transitata saranno riaperte, ma nella zona centrale, quella del circuito e quella dell’arrivo sarà off limits almeno sino alle 18.

Saranno piazzati i divieti si sosta con rimozione in tutta la parte centrale, da via La Farina in poi, e il transennamento è previsto circa per circa chilometri e mezzo nella zona della via Garibaldi.

Ma oggi inizia anche il programma delle iniziative preparatorie alla giornata del 10 maggio. Nel salone delle Bandiere dalle 9,30 incontro dibattito da titolo “Un giro … a tavola per nutrire il corpo e la mente”. Con l’assessore allo sport Sebastiano Pino, il delegato del Coni Alessandro Arcigli e Lillo La Rosa dell’associazione Nibali, una serie di esperti di alimentazione sportiva (Biagio Cuffari della Federazione Medici Sportivi, Natalia Camarda, dell’Associazione culturale Pediatri, Ludovico Magaudda, coordinatore del corso di laurea specialistica in Scienze Motorie e Giacomo Dugo, coordinatore del corso di laurea in Scienze gastronomiche).

Altre iniziative scatteranno a villa Mazzini con “l’Isola di Nibali”. Uno spazio, che sarà aperto domenica, interamente dedicato al campione messinese. Nei prossimi giorni, invece, sarà allestita una mostra fotografica sui passaggi del Giro a Palazzo Zanca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi