Messina

Una piazza Cairoli nuova, senza la "griglia"

Ripresentato il progetto per la sostituzione della struttura che domina Piazza Cairoli con una terrazza sopraelevata. Un ordine del giorno al consiglio comunale sarà presentato da Daniele Zuccarello. Potrebbe essere finanziato da un progetto di finanza con i privati.

Cantieri a Piazza Cairoli, commercianti arrabbiati

Griglia, stendino, graticola, o più semplicemente, il coso. L'abbiamo chiamata in tutti i modi quella struttura che domina Piazza Cairoli. Molti se non tutti la trovano brutta e per altri è anche insicura alla luce della poca manutenzione.
Sei anni dopo la sua presentazione è stato tirato fuori dal cassetto un vecchio progetto per la piazza. Anzi è stata ripresentata la piazza sulla piazza.
L'idea è del consigliere Daniele Zuccarello e di Sebastiano Tamà che sedeva in Aula nella precedente consiliatura e che di quel progetto era l'ispiratore. Ad occuparsene era stato l'ingegnere Domenico Galatà che oggi è tornato a palazzo Zanca per ripresentarne le caratteristiche.
Si tratta ha detto, di una terrazza multiuso sospesa a 12 metri d'altezza con vista sui peloritani e sullo Stretto . Uno spazio di circa 500 metri quadri al coperto a cui va aggiunta la terrazza nella quale troverebbero posto anche dei pannelli fotovoltaici che renderebbero autonoma sotto il profilo energetico l'intera struttura.
Il costo stimato di allora è di un milione e duecento mila euro, con l'aggiornamento dei prezzi, oggi potrebbe arrivare a un milione e mezzo.
All'interno potrebbe nascere uno spazio commerciale, un luogo pubblico per gli incontri o entrambe le cose in base alle esigenze di rientro dai costi. Nel 2011 fu votato dal consiglio comunale un ordine del giorno per stimolare l'amministrazione del tempo a prendersi cura della questione sostituendo il “coso” con qualcosa di più utile ed esteticamente più gradevole.
L'allora city manager Gianfranco Scoglio la fece inserire nel piano triennale delle opere pubbliche e fu anche proposta uno schema di progetto di finanza, cioè con la partecipazione del privato per la costruzione.
Poi però quando si andò a chiedere lontano da Messina i fondi della parte pubblica, il progetto si arenò.
Adesso viene tirato fuori dal cassetto per rinnovare l'ordine del giorno in consiglio e ritentare la via della realizzazione di questa terrazza a vetri sulla principale piazza della città.
Ma stavolta a sostenere la nascita di questa struttura potrà essere anche la città. Il video realizzato per presentare l'iniziativa girerà sul web per sensibilizzare tutti alla realizzazione. Anche il progetto di Domenico Galatà è solo uno spunto di partenza, e sempre dai cittadini e dagli ordini professionali potranno arrivare nuovi stimoli alla progettazione.
Chissà cosa ne penseranno i messinesi di sostituire, il coso, lo stendino la griglia con qualcosa di più bello

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi