In cucina

L’agnello rimane il piatto “principe” del pranzo pasquale

Prevale la tradizione ma non mancano nuove ricette

L’agnello rimane il piatto “principe” del pranzo pasquale

Messina

Una volta, a mettere tutti d’accordo c’era l’agnello. Al forno, arrosto, allo spiedo, con patate, cacio o carciofi, a seconda della regione e delle tradizioni locali. La diffusione dei menu vegan e della cultura vegetariana in genere ha un po’ cambiato le cose, ma non gli ha tolto il ruolo di piatto “principe” della Pasqua.

In ogni città, però, ci sono molte tradizioni pasquali tramandate dai genitori ai figli che puntualmente si ripresentano e continuano ad avere un ruolo speciale. Pietanze che si cucinano una volta l’anno e non di più. Ma alla quale, anche solo per quella volta, diventa difficile rinunciare.

Messina non fa eccezione, anche se il tempo ha cancellato alcuni piatti tipici e standardizzato i menu. Cannelloni, pasticcio di lasagne e cous cous di pesce hanno sostituito su molte tavole la pasta ‘ncaciata e le braciole. Un rapido giro nei mercati della città, basta però a scoprire che non per tutti è così.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi