CALCIO

Messina ad Andria senza Rea

Domani sera, alle 20.30, i peloritani giocano in Puglia contro la Fidelis. Il difensore non convocato tornerà per la gara di mercoledì prossimo contro l'Akragas

Messina ad Andria senza Rea

Invertire il trend esterno per cominciare nel migliore dei modi la serie di gare decisive del cammino salvezza. Sarà un Messina determinato quello che domani sera, alle 20.30, scenderà in campo ad Andria nell'anticipo contro la Fidelis, formazione in crisi, reduce da tre sconfitte consecutive. Il tecnico Lucarelli ha lasciato a casa Rea. Il difensore, che nell'ultima partita di Matera ha accusato un fastidio muscolare, resterà, quindi, a riposo per evitare inutili rischi in vista della gara casalinga contro l'Akragas di mercoledì prossimo. Peraltro Rea, essendo diffidato, è a rischio squalifica, meglio preservarlo per lo scontro diretto con i corregionali di Lello Di Napoli. Al suo posto dovrebbe giocare Bruno.
A centrocampo, come già avvenuto a Matera, uno tra Musacci e Mancini, anche loro insieme a De Vito nella lista dei diffidati, rimarrà a riposo. Questa volta il ballottaggio dovrebbe favorire Mancini. Il Messina, in previsione dell'ormai imminente penalizzazione per la vicenda degli stipendi non pagati dalla vecchia proprietà del bimestre novembre-dicembre, ha la necessità di tornare a muovere la classifica. La salvezza potrà essere raggiunta sfruttando i turni casalinghi ma per evitare sorprese sarebbe opportuno anche battere qualche colpo in trasferta dove finora i peloritani hanno raccolto la miseria di sei punti sui 45 disponibili. Problemi di formazione anche per i pugliesi. Squalificati il difensore Rada, inseguito dal Messina nel mercato estivo, e il centrocampista Berardino. Nel settore centrale, out per infortunio, Piccini e Mancino. Nonostante il momento negativo, la Fidelis Andria è in piena corsa per un posto nei play-off. Positivi per il Messina i due precedenti giocati in Puglia. Al Degli Ulivi, i giallorossi hanno conquistato altrettante vittorie con Vittorio Torino, nel torneo di C1 2000-2001, e, poi, con il rigore trasformato da Barraco nella passata stagione. Una mini serie positiva che il Messina è fortemente intenzionato ad allungare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi