Messina

Guerra tra Genio civile e Comune

Sulla nuova Variante al Piano regolatore generale si assiste all’ennesimo scontro istituzionale. L’ufficio diretto dall’ing. Santoro revoca il parere favorevole emesso nel 2016

Prg, la giunta Accorinti approva la Variante di salvaguardia

Il Genio civile revoca il proprio parere favorevole (“condizionato”) rilasciato il 15 marzo del 2016. E l’amministrazione comunale valuta iniziative in sede legale. Che fosse la Variante della discordia, lo si era capito da tempo. Ora il nuovo strumento urbanistico diventa il terreno di uno scontro sempre più duro, che stavolta vede protagonista in prima persona l’ingegnere capo Rosario Santoro. Quello del Genio civile è un parere obbligatorio e la revoca rende sempre più impervio l’iter, che non è neanche cominciato nella competente commissione consiliare. Il Genio civile chiede una nuova relazione geologica di tutto il territorio comunale interessato dalla Variante, il regolamento edilizio comunale e studi di microzonazione sismica. Dura la risposta dell’assessore all’Urbanistica: «Tutto assurdo. Togliamo carico urbanistico e siamo noi che creiamo problemi! Questa è una Variante di salvaguardia ambientale, non un nuovo Prg».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi