Messina

Mai più un'altra tragedia come quella di Lorena

Una campagna informativa per prevenire gli incidenti

Mai più un'altra tragedia come quella di Lorena

“Cercasi pilota, affinché la serata finisca in bellezza”. Con questo slogan prosegue la campagna di sensibilizzazione socio-sanitaria per prevenire gli incidenti stradali causati dalla guida in stato d’ebbrezza, promossa dall’Ordine dei farmacisti di Messina, dalla Fondazione “Sebastiano Crimi” e da Federfarma. Il progetto, dedicato a Lorena Mangano, la 23enne orlandina, la cui vita è stata brutalmente spezzata da un incidente stradale lo scorso 26 giugno, è stato presentato ieri nella sede dell’Ordine dal presidente Nino Abate, da Rocco Crimi, presidente della Fondazione omonima, da Giovanni Crimi, presidente Federfarma Messina, e da Carmelo Puglisi, vicequestore aggiunto della Polizia stradale di Messina, alla presenza di Stefano Mangano, fratello di Lorena, del sindaco Renato Accorinti e dell’assessore per la mobilità Gaetano Cacciola.

«L’alcol fra i giovani è diventato un passatempo e per i genitori, ormai, l’attesa del rientro dei figli a casa – ha denunciato Nino Abate – è insostenibile. Affinché la morte di Lorena possa diventare un monito per tutti, l’impegno è quello di sensibilizzare i giovani non soltanto attraverso la distribuzione dei volantini realizzati per l’occasione, ma anche incontrandoli nelle scuole di Messina e provincia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Il nuovo Bolle è di Messina

Il nuovo Bolle è di Messina

di Donatella Cuomo