MESSINA

Ordinanza anti Tir non rispettata, botta e risposta Gioveni-Ferlisi

E' quella varata al Villaggio Unrra dopo l'incidente occorso ad un ciclista qualche mese fa

Ordinanza anti Tir non rispettata, botta e risposta Gioveni-Ferlisi

Le foto scattate stamattina al Villaggio Unrra, a ridosso della scuola elementare "Salvo D'Acquisto", sono inequivocabili - denuncia il consigliere Libero Gioveni. I genitori degli alunni sono preoccupatissimi, soprattutto per la mancanza di controlli. In effetti i Tir, a cui, dopo il grave incidente occorso ad un ciclista finito sotto un mezzo pesante qualche mese fa, l'accesso era stato interdetto in alcune fasce orarie proprio per limitare i pericoli derivati dal passaggio indiscriminato dei camion.
Pur comprendendo le difficoltà del Corpo della Polizia Municipale legate alla nota carenza di organico del Corpo - stigmatizza Gioveni - non si può attuare da parte dell'amministrazione un'azione definita "pilatesca" che assomiglia di più a un lavarsi la coscienza con l'emissione della necessaria ordinanza senza poi attuare delle conseguenti azioni di controllo e di presidio della zona. Per questo motivo il consigliere chiede all'assessore alla mobilità urbana Cacciola e al Comandante della Polizia Municipale Ferlisi di adottare con la massima urgenza tutte le misure a breve e a lunga scadenza che possano garantire il rispetto dell'ordinanza a garanzia della pubblica incolumità. Gioveni suggerisce peraltro l'impiego dei 23 agenti concorsisti dal momento che la loro graduatoria è stata prorogata fino al prossimo 31 dicembre.
Dopo la denuncia, tocca adesso alla polizia municipale il compito di verificare se l'ordinanza sia effettivamente rispettata o se quello di oggi sia stato un fatto occasionale. Su un punto c'è unanimità di giudizio, la sicurezza viene sempre al primo posto, anche al Villaggio Unrra.

E non si è fatta attendere la risposta del comandante dei vigili urbani di Messina Calogero Ferlisi che smentisce la mancanza di controlli sull'ordinanza anti-Tir al Villaggio Unrra, aggiungendo che, a volte, e solo per motivi di forza maggiore, le pattuglie impegnate nella verifica, vengono destinate ad altri servizi come avvenuto stamattina per un problema di viabilità nella vicina via Marco Polo.
Ferlisi, ringranziando Gioveni per la segnalazione ma non risparmiandogli qualche critica per come è stata esposta, conclude la nota ribadendo che la sicurezza e la tutela dei cittadini è in cima alle priorità della polizia municipale che dirige. Sull'impiego di personale concorsista, invece, afferma che molto dipenderà dalle risorse economiche e dalle necessità che si paleseranno nei vari periodi, in particolare in quello estivo e quello natalizio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Era meningite di gruppo B

Era meningite di gruppo B

di Marina Bottari