appello per i ricoverati ex OPG Barcellona

Uil-Fpl e Anaao-Assomed: servono strutture adeguate

Nelle Comunità terapeutiche assistenziali non vi sono adeguati sistemi di sorveglianza

ospedale generico

“Le scriventi organizzazioni sindacali – si legge in una nota inviata al direttore generale dell’Asp di Messina e per conoscenza all’assessore regionale alla Salute e al Prefetto di Messina - hanno appreso per vie informali che codesta Amministrazione intenderebbe ricoverare gli ultimi 12 pazienti dell’ex OPG di Barcellona PG presso le 4 Cta pubbliche della provincia di Messina”.

Le Cta (Comunità terapeutiche assistenziali), sono strutture sanitarie che ospitano soggetti con disturbi psichici.

“Premesso che già alcuni pazienti dell’ex OPG sono già stati ricoverati nelle Cta dell’Azienda – prosegue la nota a firma di Pippo Calapai e Mario Salvatore Macrì (Uil-Pfl) e Pietro Pata (ANAAO-ASSOMED) – riteniamo che ulteriori ricoveri ad alto impatto assistenziale, necessitano di uno specifico modello organizzativo non riscontrabile ad oggi nelle Cta. Si chiede, pertanto un’urgente convocazione al fine di definire un percorso assistenziale che tenga conto delle necessità degli operatori sanitari coinvolti e dei pazienti, quest’ultimi difficilmente gestibili in strutture aperte come le Cta, nelle quali non vi sono adeguati sistemi di sorveglianza previste nelle Rems (strutture residenziali assistenziali) che potrebbero mettere a repentaglio l’integrità fisica di operatori o di altri pazienti ricoverati nella stesa struttura. E nell’attesa della convocazione si chiede di soprassedere da qualsiasi iniziativa in merito”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

De Luca, ecco le querele

De Luca, ecco le querele

di Maurizio Licordari