Capo d’Orlando

Una vita spezzata sulla Statale: prima assolto ora condannato

la morte di Gessica Campanino. La Corte d’appello ha inflitto due anni di reclusioneall’automobilista Giuseppe Graziano, originario di Brolo

Una vita spezzata sulla Statale: prima assolto ora condannato

Gessica Campanino

Capo d’Orlando (Messina)

In riforma della sentenza di primo grado la Corte d’appello di Messina (presidente Blatti, a latere Randazzo e Sagone), ha condannato a 2 anni di reclusione, con la sospensione della pena, Giuseppe Graziano, 31 anni, di Brolo, accusato di omicidio colposo e lesioni colpose in relazione all’incidente per il quale, il 19 febbraio 2012, in località Testa di Monaco, nel territorio di Capo d’Orlando, perse la vita la giovane Gessica Stefania Campanino, 23enne di Terme Vigliatore e rimase ferita una sua amica e concittadina, Melania Cristina Salamone.

Graziano in primo grado era stato assolto con formula piena dal gup di Patti Ines Rigoli (che lo giudicò col rito abbreviato).

Leggi l'intero articolo nell'edizione digitale

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi