Messina

"Accorinti salvato da FI
e gettone di presenza"

Lo ha detto l'on. D'Alia commentando l'esito del voto di sfiducia al sindaco

"Accorinti salvato da FI e gettone di presenza"

"Emerge con chiarezza dopo il voto in consiglio comunale che questa amministrazione ha il sostegno di due partiti: uno è Forza Italia, l'altro è il partito che definirei del gettone di presenza, di chi pensa che proseguendo il mandato avrà uno stipendio". Lo ha detto il coordinatore nazionale dei Centristi per l'Europa, l'ex ministro Gianpiero D'Alia, stamani a Messina, in una conferenza stampa insieme ai consiglieri comunali del gruppo dei Centristi nel Salone delle Bandiere del Comune. "Oggi - prosegue D'Alia - chi ha deciso che questa amministrazione deve andar avanti la deve sostenere fino alla fine del mandato. Altrimenti la discussione fatta in consiglio comunale è stata una farsa. Questi consiglieri comunali ora siano il supporto del sindaco. Siamo convinti purtroppo che l'amministrazione continuerà con provvedimenti 'annuncio' che non hanno concretezza amministrativa e abbia aperto la sua campagna elettorale. I nostri consiglieri non voteranno questi provvedimenti, ma inizieremo anche noi una campagna elettorale con delle proposte per la città". "La situazione che noi viviamo viene dalla crisi dei partiti, quindi la risposta alternativa a chi ci governa non potrà venire dai partiti, ma da movimenti civici che noi stimoleremo e che vorranno impegnarsi. Non credo - prosegue - che questa amministrazione si sia rafforzata perché dovrà ingaggiare una trattativa politica al ribasso con quei due partiti che l'hanno appoggiata per restare in sella. Io al posto di Accorinti mi sarei dimesso se convinto della mia forza elettorale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi