Messina

La “sfiducia” rafforza Accorinti

Oggi nell'edizione in edicola della Gazzetta del Sud tre pagine dedicate alla mancata approvazione della mozione di sfiducia al sindaco

La “sfiducia” rafforza Accorinti

Felice, sereno e rafforzato. Il sindaco Renato Accorinti, dopo un interminabile match sul ring del consiglio comunale, ha vinto lo scontro decisivo e adesso può governare fino alla fine del mandato. La mancata approvazione della mozione di sfiducia non è stata e non sarà indolore. I veri sconfitti sono i partiti, in particolare il Pd dove sono esplose le contraddizioni interne. Il commissario Ernesto Carbone difende la coerenza della capogruppo Antonella Russo e rivendica il ruolo di dura opposizione dei “democrats” nei confronti dell’amministrazione comunale. Forte autocritica, ma anche frecciate velenose agli altri leader di partito, arrivano dai deputati Beppe Picciolo (Pdr-Sicilia Futura) e Nino Germanà (Ncd-Area popolare). Assieme ad Accorinti, nella vicenda si è ritagliata un ruolo importante anche la presidente del consiglio comunale Emilia Barrile che ha teleguidato le astensioni decisive del gruppo di Forza Italia, assumendone di fatto la leadership a livello locale.

Oggi (17 febbraio) nell'edizione in edicola della Gazzetta del Sud tre pagine dedicate alla mancata approvazione della mozione di sfiducia al sindaco

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi