messina

Arresto medici 118, le accuse

Una criminalità bianca, grave,pericolosa e dannosa. Ha usato toni molto duri il gip Salvatore Mastroeni nell'ordinanza con cui ha disposto l'arresto di due medici del 118 di Letojanni così come richiesto dal sostituto procuratore Anna Maria Arena.

tribunale generico

Saranno interrogati venerdì mattina nel carcere di Gazzi Antonio Corica ed Antonino Ferlito i due medici del 118 di Letojanni arrestati ieri dalla Polizia per le ripetute assenze non autorizzate dal posto di lavoro. Corica, di Montalbano Elicona e Ferlito catanese, devono rispondere di
truffa aggravata e falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici e secondo l'accusa, si coprivano a vicenda. Venerdì al gip Salvatore Mastroeni dovranno spiegare molte cose. Le loro assenze dal posto di lavoro durante il servizio notturno, le firme apposte sul registro delle presenze nonostante fossero assenti ed il significato di alcune conversazioni intercettate dagli investigatori nelle quali si accordavano per alternarsi durante il servizio notturno nonostante dovessero lavorare in coppia. Uno restava a casa,l'altro andava a lavoro e firmava il registro anche per l'altro collega, apponendo uno scarabocchio così come definivano la firma nei loro colloqui telefonici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi