presidenza del consiglio

Dopo Interdonato, lascia anche Crisafi

Si svuota l'ufficio di presidenza del Consiglio Comunale. Dopo quelle di ieri di Antonino Interdonato, oggi sono arrivate anche le dimissioni dell'altro vicepresidente Nicola Crisafi

Dopo Interdonato, lascia anche Crisafi

Si svuota l'ufficio di presidenza del Consiglio Comunale. Dopo quelle di ieri di Antonino Interdonato, oggi sono arrivate anche le dimissioni dell'altro vicepresidente Nicola Crisafi. “Le perplessità denunciate dal collega Interdonato, circa la “gestione” amministrativa della questione che ha riguardato la consigliera Sindoni, mi inducono – scrive Crisafi- a prendere le distanze da fatti e comportamenti che fanno venir meno il rapporto fiduciario con l’apparato burocratico che supporta l’attività dell’Ufficio di Presidenza. Anche l'epsnente dell'NCd annuncia che parteciperà alla seduta in cui il Consiglio Comunale dovrà esprimersi sulla mozione di sfiducia. Quindi, in caso di assenza della presidente Barrile, fino a quando non saranno scelti i nuovi vice, l'aula sarà affidata al consigliere più anziano come numero di voti, che è Benedetto Vaccarino. Anche un altro consigliere, Nicola Cucinotta, ha annunciato che non parteciperà più ai lavori d'aula fino al 15 febbraio in cui manifesterà il propro dissenso nei confronti dell'amministrazione comunale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi