messina

Germanà: "Controllate i bilanci del comune"

Prove generali di coalizione ieri dei partiti di centrosinistra per dire sì alla sfiducia al sindaco Accorinti. Fra questi il Nuovo Centrodestra che - come annuncia il deputato regionale Nino Germanà - ovviamente presto cambierà nome. Lo stesso parlamentare ha chiesto al presidente Crocetta di inviare degli ispettori a palazzo Zanca per fare chiarezza sui conti comunali.

Due giorni fa era stato il leader dei Centristi, Gianpiero D'Alia a sollevare dubbi e perplessità sull'addio dell'assessore al Bilancio Luca Eller Vainicher e sulla rinuncia del suo successore designato, Giuseppe Cannizzaro. Cosa c'è che non va nei conti del Comune? - si era chiesto. Lo stesso Eller ha alimentato i sospetti, lasciando intendere da giorni di avere delle rivelazioni da fare. Tant'è che oggi il deputato regionale di Area Popolare, Nino Germanà ha invocato l'invio degli ispettori a Palazzo Zanca da parte del presidente della Regione, per dipanare la matassa che avvolge i dati finanziari del Comune di Messina.  Quelle di Eller - scrive - sono dimissioni che pesano e che destano preoccupazione, per questo è necessario fare immediatamente chiarezza. Ma Germanà puntualizza che la sua richiesta non ha nulla a che vedere con la mozione di sfiducia all'amministrazione. Infatti sul voto per far decadere il sindaco Renato Accorinti  il centrosinistra si è ampiamente espresso a favore in maniera unitaria dopo l'incontro di ieri sera nella ex sede dei Ds di via Castellammare, presente la deputazione nazionale e regionale  di quella che è ormai la nuova coalizione. Con PD e Pdr-Sicilia Futura, anche Centristi e Ncd. Per quanto riguarda quest'ultimo partito, presto cambierà nome, come ha annunciato Germanà - consapevole dell'ossimoro in atto, visto che si chiama Nuovo Centrodestra e che però sta  in uno schieramento di centrosinistra. Fra l'altro, l'Area Popolare, nata dall'unione fra Udc e Ncd, adesso non è più la stessa, dopo il divorzio dei centristi e con il simbolo rimasto in capo a segretario Lorenzo Cesa. Anche il gemellaggio, quindi, fra il gruppo di D'Alia e quello di Angelino Alfano potrebbe dover modificare la denominazione. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

105 assunzioni al "Piemonte"

105 assunzioni al "Piemonte"

di Marina Bottari

Via dei Mille, rubate 15 piantine

Via dei Mille, rubate 15 piantine

di Maurizio Licordari