Taormina

Locali notturni
passati al setaccio

Servizi straordinari di controllo del territorio intrapresi dal Nucleo operativo e radiomobile con la partecipazione di alcune stazioni dipendenti per contrastare furti e consumo di droga

Locali notturni passati al setaccio

La Compagnia Carabinieri di Taormina, nelle scorse notti tra sabato scorso e martedì, per rispondere al fenomeno dei furti e al consumo di sostanza stupefacente, hanno effettuato servizi straordinari di controllo del territorio intrapresi dal nucleo operativo e radiomobile con la partecipazione di alcune stazioni dipendenti. Nel corso dell’attività è stato tratto in arresto un cittadino di Francavilla di Sicilia che durante un controllo alla circolazione stradale non ottemperando all’ordine di fermarsi all’alt impostogli dai militari fuggiva tentando di far perdere le proprie tracce. Il conducente poi, sotto l’effetto di alcool e stupefacenti, a causa del ghiaccio presente sul manto stradale perdeva il controllo della vettura terminando la marcia contro un muro di recinzione in pietra.
I militari cosi, dopo aver soccorso il soggetto, sceso illeso dall’autovettura, procedevano dapprima al ritiro della patente con relativa denuncia in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza da alcol e da sostanze stupefacenti e poi traevano in arresto il soggetto trentenne per resistenza a pubblico ufficiale.
Ancora controlli in Santa Teresa di Riva dove i militari della locale stazione hanno proceduto a due distinti arresti per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Nel primo caso i militari hanno operato nel territorio di Furci Siculo ove hanno tratto in arresto un giovane del posto, classe ’90; il ragazzo in seguito ad una perquisizione locale e domiciliare veniva trovato in possesso di diverse confezioni di sostanza stupefacente del tipo marijuana già pronte per essere immesse sul mercato illegale.
In santa Teresa i militari hanno proceduto all’arresto di altro cittadino anch’egli quasi trentenne per lo stesso motivo. I due soggetti dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente nel giudizio di convalida innanzi alla competente Autorità Giudiziaria. Numerose inoltre le patenti ritirate e le persone segnalate al Prefetto quali assuntori di sostanze stupefacenti per uso personale.  Inoltre  innumerevoli i  controlli nei locali della fascia costiera con l’ ausilio dei Carabinieri del Nas di Catania e del Nucleo Ispettorato del lavoro di Messina e Palermo. Anche questa mattina fitti controlli e perquisizioni a tappeto nella valle dell’Agrò per cui la Compagnia ha richiesto in supporto le unità cinofile di Nicolosi. Il dispositivo ha visto impegnati oltre 30 militari dell’Arma che, oltre all’attività repressiva, hanno effettuato una stringente attività preventiva mediante numerosi controlli a persone, veicoli e locali notturni.     

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Era meningite di gruppo B

Era meningite di gruppo B

di Marina Bottari