MESSINA

Sfiducia ad Accorinti
arriva la 14esima firma

E' di Nora Scuderi. Ne mancano solo due per presentare la mozione in aula.

Sfiducia ad Accorinti  arriva la 14esima firma

Arrivata la 14esima firma sulla mozione di sfiducia al sindaco Renato Accorinti. E' di Nora Scuderi di Felice per Messina. Adesso ne mancano solo due per portare il documento in aula e sottoporlo al voto del Consiglio.

Sicuramente la decisione stava maturando, ma ci deve essere stata la cosiddetta goccia che ha fatto traboccare il vaso. In terza commissione si stava discutendo di scuole al freddo, di gasolio, di impianti malfunzionanti o inesistenti. I consiglieri stavano ascoltando le relazioni dell'assessore alla Pubblica Istruzione, Daniela Ursino, e del dirigente Salvatore De Francesco. Ad un tratto la presidente, Nora Scuderi, ha chiesto di essere sostituita ed è uscita dall'aula. Dritta verso la segreteria generale, l'esponente del gruppo Felice per Messina ha firmato la proposta di sfiducia al sindaco Renato Accorinti, portando a 14 il numero dei consiglieri favorevoli. “Ritengo di interpretare- ha dichiarato- il disagio di decine di famiglie che stanno affrontando le problematiche scaturite dalla chiusura delle scuole per il freddo.” Adesso sul documento mancano soltanto altre due firme, dopo di ché entro 30 giorni la mozione dovrà essere portata in aula e il consiglio dovrà approvarla con 27 voti per far decadere il primo cittadino, la giunta e gli stessi consiglieri. Di chi saranno le ultime due firme? Se lo chiedevano in molti, stamattina, considerando le esternazioni dei responsabili di Pd e Pdr Sicilia Futura, Ernesto Carbone e Salvo Versaci che, sostanzialmente, ieri, dopo la firma pesante della presidente Emilia Barrile, hanno chiarito che i loro gruppi non si allineeranno alla mozione targata “Centristi per la Sicilia” (ovvero ex Udc) e Ncd. L'argomento tiene banco nel palazzo e fa discutere favorevoli e contrari anche animatamente. Alla finestra a guardare, non soltanto il sindaco, ma anche il suo gruppo consiliare. Ivana Risitano lancia una sorta di contro-mozione: i cittadini vengano ad esprimersi anche sui consiglieri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi