Messina

Scuole chiuse, Accorinti:
"Tutta colpa del dirigente"

Dopo l'ordinanza di chiusura per il freddo di 38 plessi scolastici, il sindaco Accorinti si scaglia contro il dirigente del dipartimento edilizia scolastica. Avrebbe consegnato al capo di gabinetto un elenco non aggiornato delle scuole in emergenza. Nei suoi confronti chiede provvedimenti al direttore generale

Accorinti: «Parli pure, io tra le macerie porto risultati»

Renato Accorinti

Il giorno dopo è stato il caos. La doppia ordinanza di ieri sera con cui il sindaco Renato Accorinti ha chiuso ben 38 scuole, per una settimana da oggi, per il freddo, ha scatenato una confusione incredibile fra tutti i dirigenti scolastici e le famiglie che hanno dovuto in poche ore organizzare la mattinata. Ma è stato lo stesso primo cittadino, stamattina, a convocare la stampa, con i due assessori alle politiche scolastiche, Daniela Ursino, e alle manutenzioni, Sebastiano Pino, per spiegare che l'elenco è sovradimensionato a causa di un errore commesso dal dirigente del dipartimento edilizia scolastica che avrebbe consegnato una lista non aggiornata. In realtà andavano chiusi soltanto 11 plessi in cui l'impianto di riscaldamento non è mai stato realizzato. Mentre Accorinti ha assicurato che, nelle 6 rimanenti scuole ancora al freddo, i problemi di manutenzione o di allaccio del gas saranno risolti entro la prossima settimana. “Mi aspetterei delle dimissioni”- ha dichiarato la presidente del Consiglio Comunale, Emilia Barrile – che stamattina ha convocato con urgenza il sindaco Accorinti, affinchè relazioni sull'accaduto, durante la seduta di martedì a mezzogiorno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi