SICILIA

Sciopero esattori del pedaggio

Si asterranno dal lavoro dal 28 al 31 dicembre. Diverse le rivendicazioni avanzate.

I precari del Cas  alzano la voce

Tutto il personale turnista (ATE) adibito alla esazione del pedaggio autostradale della A/18, Messina-Catania, e della A/20, Messina-Palermo si asterrà dal lavoro dalle 22.00 di domani fino alla stessa ora del 31 dicembre. A rendere noto l'agitazione, attraverso un lunghissimo e articolato comunicato, è la federazione provinciale della Cub Trasporti che da anni si batte per la sicurezza e la tutela degli addetti. Lo sciopero è frutto di un tira molla cominciato nello scorso mese di marzo e secondo, quanto afferma il sindacato, il Cas non avrebbe rispettato alcuni impegni. Era stato anche chiesto che fossero programmati alcuni incontri per evitare di arrivare al punto di rottura culminato con l'astensione dal lavoro. Diversi i problemi denunciati, soprattutto il turno notturno in solitario che comporta rischi anche per la sicurezza dal momento che il personale maneggia ingenti somme di denaro, ma anche la mancanza igienica nei gabbiotti delle barriere autostradali, il ritardo nella corresponsione degli stipendi nonché la sospensione di ferie, permessi e riposi compensantivi dal 15 dicembre fino alla conclusione dell'anno. Chiesta la revoca di un resoconto stilato in prefettura nello scorso 23 marzo che secondo, la Cub trasporti, vista il mancato avvio di trattative nella sede aziendale, non sarebbe conforme alla volontà di ritenere positivamente conclusa la procedura di raffreddamento. Adesso le tre giornate di sciopero di questa lunghissima vertenza che, a questo punto, potrebbe concludersi solo il prossimo anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi