messina

Morte Laura Lombardo, città sotto choc

La città è ancora attonita dopo l'incidente di ieri mattina in via La Farina nel quale è morta una bambina di soli 9 anni schiacciata dalle ruote di un autocompattatore di Messinambiente. La Polizia Municipale sta ricostruendo la dinamica dell'incidente e la Procura ha iscritto nel registro degli indagati, come atto dovuto, l'autista del mezzo pesante.

Incidente tra scooter e autocompattatore, muore una bambina

Una tragedia che piomba come un macigno sul Natale dei messinesi. Una bimba di soli 10 anni, li avrebbe compiuti mercoledì prossimo, schiacciata dalle pesanti ruote di un autocompattatore di Messinambiente. Sangue ancora sangue sulle strade di questa città che nel 2016 ha pagato un tributo altissimo in vite umane. Vite spezzate sull'asfalto, quattro delle quali di giovanissimi. Dopo Rebecca, 14 anni, Rosario che proprio oggi ne avrebbe compiuti 15, Lorena 23 anni, il tetro mantello della morte ieri ha coperto per sempre la piccola Laura Lombardo.  Una fine orribile per la quale non ci potrà  mai essere una spiegazione ma oggi si cercano almeno cause e responsabilità. Lo stanno facendo gli uomini della sezione Infortunistica della Polizia Municipale ed il sostituto procuratore di turno Francesco Massara che ieri ha disposto l'esame esterno sul corpicino martoriato. Esame già eseguito all'obitorio del Policlinico dal medico legale Elvira Ventura Spagnolo. Ora bisognerà stabilire l'esatta dinamica dell'incidente per il quale risulta indagato, come atto dovuto, il conducente del mezzo di Messinambiente, un 57enne messinese che aveva prelevato l'autocompattatore nell'officina di Larderia per trasferirlo all'autoparco di via Salandra. L'incidente è avvenuto intorno alle 11 in via La Farina poco prima dell'incrocio con la via San Cosimo. Laura viaggiava sul sellino posteriore di una Vespa 50 abbracciata alla sua mamma. Poi qualcosa è successo. Il ciclomotore ha urtato probabilmente un furgone parcheggiato e la parte anteriore del mezzo di Messinambiente. La donna ha perso il controllo ed è finita sul selciato. Purtroppo l'autocompattatore non ha fatto in tempo a fermarsi e Laura ormai per terra è rimasta schiacciata sotto le ruote posteriori. Una scena agghiacciante per i primi soccorritori e per lo stesso autista di  Messinambiente scoppiato in un pianto irrefrenabile. Inutile la corsa verso il Policlinico. La bambina è morta lungo il tragitto in ambulanza. Il sostituto procuratore Massara ha disposto il sequestro dell'autocompattatore, del furgone e della vespa. AL momento gli accertamenti tecnici per verificare le condizioni psicofisiche dei due conducenti sono risultati negativi. Incombenze burocratiche per individuare i responsabili di una tragedia senza fine e che comunque mai potranno restituire il sorriso della piccola Laura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi