Messina

Strade, illuminazione, lavori: così il Triennale

Una delibera in cui il consiglio comunale è intervenuto con “decisione”, con una serie di emendamenti che vincolano fondi e interventi avviabili, potenzialmente, anche subito

Case Arcobaleno

Il voto del bilancio di previsione è stato anticipato dall’approvazione del Triennale opere pubbliche. Una delibera in cui il consiglio comunale è intervenuto con “decisione”, con una serie di emendamenti che vincolano fondi e interventi avviabili, potenzialmente, anche subito. Ecco come. Previsti 341.878 euro per i lavori di ripristino dei muri d’argine del torrente San Filippo; 1 milione per manutenzione di strade comunali, a cui si aggiungono altri 750 mila euro con fondi Ecopass; 1,7 milioni nel 2016, 2,2 milioni nel 2017 per manutenzione straordinaria di impianti di pubblica illuminazione, a cui si aggiungono 300 mila euro per la riqualificazione con impianti a risparmio energetico nelle zone delle Masse, di Campicello, della Statale 113 e del Piemonte. Altri 600 mila euro per lavori di ripristino della pavimentazione di strade e marciapiedi ricadenti nel territorio delle sei circoscrizioni; 550 mila euro sono stati destinati ai lavori di rifacimento di alcuni tratti della Panoramica, deformati per l’affioramento delle radici degli alberi, che si sommano al milione di euro dirottato su tratti di viale Italia, viale Regina Margherita e viale Regina Elena per lo stesso scopo; 350 mila euro, ancora, per opere occorrenti alla mitigazione del rischio idraulico e alla realizzazione delle opere di adeguamento del sistema di convogliamento e recapito nel collettore del Torrente Trapani. Arrivano dalla devoluzione di un mutuo i 740 mila euro destinati alla riqualificazione della pavimentazione in tre quadrilateri della città: Boccetta - R. Margherita - Giostra - Garibaldi; Boccetta - Cavour - S. Agostino - XXIV Maggio; Gazzi - Bonino - Bonsignore - Acireale. Poco più di 112 mila euro sono stanziati per la riqualificazione urbana della piazza Semiramide del villaggio Bordonaro; 150 mila euro per i primi interventi di messa in sicurezza della strada di collegamento tra il villaggio San Michele e Portella Castanea. Infine riecco piazza Cairoli: dall’avanzo vincolato del 2015, ecco 335.350 euro per i lavori di rifacimento.(seb.casp.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi