Cassazione

La morte di Lorena, confermati i domiciliari a Gugliandolo

La Cassazione ha rigettato il ricorso presentato dai suoi difensori, gli avvocati Pietro Luccisano e Roberto Fiumara

A Capo d’Orlando la fiaccolata per ricordare la ragazza

Rimane agli arresti domiciliari il pasticcere 26enne Giovanni Gugliandolo, coinvolto nell’inchiesta sull’incidente stradale che nel giugno scorso provocò la morte della povera studentessa orlandina Lorena Mangano, travolta e uccisa sul corso Garibaldi dall’Audi TT condotta dal finanziere 32enne Gaetano Forestieri, accusato di omicidio stradale. La decisione che conferma i domiciliari per Gugliandolo è stata adottata nei giorni scorsi dalla Cassazione, che ha rigettato il ricorso presentato dai suoi difensori, gli avvocati Pietro Luccisano e Roberto Fiumara. I legali, anche sulla scorta dell’attività difensiva espletata, che secondo la difesa escluderebbe l’ipotesi dell’accusa sulla “gara stradale” in corso tra il loro assistito e il finanziere al momento dell’impatto devastante, erano finiti in Cassazione per contestare la decisione assunta dai giudici del Riesame, che nei mesi scorsi avevano confermato i domiciliari.(n.a.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi