Messina

Fuori pericolo il ciclista coinvolto nell’incidente di San Licandro

Davide Giuffrida, 27 anni, si è risvegliato dal coma. Ricoverato all’ospedale Piemonte e sottoposto a neuroriabilitazione

“Schiarita” per il Piemonte

Si è svegliato dal coma e ha iniziato già a pronunciare le prime parole il ciclista ventisettenne Davide Giuffrida, coinvolto in un incidente autonomo a San Licandro. Ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Piemonte lo scorso 31 ottobre e poi trasferito al reparto di Neuroriabilitazione per Gca, le sue condizioni di salute hanno fatto registrare importanti progressi di giorno in giorno. Il protocollo applicato al ventisettenne è ha previsto, tra le altre cose, un recupero intensivo di un soggetto affetto da disordine della coscienza. Quello seguito dai medici è un percorso intermedio finalizzato alla definitiva stabilizzazione internistica, metabolica e infettiva del paziente, nonché al ripristino dell’autonomia nelle funzioni vitali di base e al trattamento iniziale delle principali menomazioni invalidanti. Lo sfortunato ciclista, già sottoposto a trattamenti neuromotori, sensitivi e cognitivi, ripercorrerà nella sua fase di recupero della memoria anche gli ultimi momenti prima del drammatico incidente che ha comportato un grave trauma cranico e facciale, e molteplici contusioni toraciche, addominali ed al bacino. In questa delicata fase, i medici dell’Irccs Neurolesi Bonino-Pulejo stanno intensificando le misure precauzionali sul piano psicologico del 27enne, al fine di evitare un brusco impatto con le realtà degli eventi di cui è stato protagonista, nonché la verifica di eventuali danni residuali e/o permanenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Via dei Mille, rubate 15 piantine

Via dei Mille, rubate 15 piantine

di Maurizio Licordari

De Luca, ecco le querele

De Luca, ecco le querele

di Maurizio Licordari