messina

Dal 2017, Siae meno cara

Dal primo gennaio i locali pubblici pagheranno una tassa inferiore per i diritti d'autore sulla musica di d’ambiente. E' stato stabilito in un accordo siglato tra la Siae e la federazione pubblici esercizi. Soddisfazione espressa dai presidenti di Confcommercio e Fipe

confcommercio

Dal primo gennaio i locali pubblici pagheranno una tassa inferiore per i diritti d'autore sulla musica di d’ambiente. E' stato stabilito in un accordo siglato tra la Siae e la federazione pubblici esercizi. I dettagli dell’accordo sono stati illustrati a Milano nel corso di una  giornata di lavori ai quali hanno partecipato Carmelo Picciotto e Lino Santoro, presidenti rispettivamente di Confcommercio e Fipe.  E' un accordo che prevede una sensibile riduzione del costo Siae per la musica di sottofondo e d’intrattenimento nei locali pubblici. Le tariffe sono calibrate secondo i metri quadrati dei locali e partono da un minino di 48 euro all’anno. Il risparmio – hanno fatto sapere i vertici della Siae – sono notevoli.  Il presidente di Confcommercio Messina ha fatto notare come la strada intrapresa sia quella giusta: “Pagare meno per pagare tutti – ha detto Picciotto – è quello che serve per allentare la morsa, ma soprattutto consentirà alla Siae di recuperare il sommerso”.

Commenti all'articolo

  • brunotomaselli10

    brunotomaselli10

    27 Novembre 2016 - 02:02

    Benissimo!Solo così i cantanti e cantautori locali,come me,possono ricominciare a lavorare cantando nei vari locali tra cui anche ristoranti ai quali veniva troppo cara la spesa per il compenso all'artista ,più la quota S.I.A.E. ;Grazie! A tutti coloro che hanno preso parte a questo accordo: Bruno Tomaselli (Iscritto S:I:A:E)

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi