PALLANUOTO

La Waterpolo Messina mantiene la leadership

La squadra di Mirarchi supera 16-4 il Pescara e rimane in testa alla classifica della massima serie femminile.

La Waterpolo Messina mantiene la leadership

Senza strafare la Waterpolo Despar Messina supera il Pescara per 16-4 e mantiene la leadership del massimo torneo femminile. La squadra peloritana, assecondando il pronostico della vigilia, ha fatto valere la migliore consistenza tecnica al cospetto della volenterosa matricola abruzzese. Adesso la lunga sosta del campionato. Il 21 gennaio la Waterpolo Despar Messina scenderà in vasca a Bogliasco ma prima dovrà onorare altri impegni, l’UnipolSai Cup, la prossima settimana alla piscina Cappuccini sono in programma le gare di ritorno con Ekipe Orizzonte e Cosenza, la qualificazione al secondo turno di Eurolega, ad inizio dicembre,  e la Coppa Italia prevista a gennaio. La società del presidente Felice Genovese ha cominciato bene la stagione e conta di finirla nel migliore dei modi.

CRONACA- Le padrone di casa non falliscono l’approccio al match e si portano sul doppio vantaggio con Aiello e Kuzina. La cinese Zhang accorcia le distanze nella prima azione in superiorità, ma Kuzina e Morvillo vanno ancora a segno. Perna chiude il primo parziale sul 4-2. Nel secondo Chiappini manda sulla traversa un rigore ma la brasiliana si rifà subito dopo infilando Nigro. Kuzina realizza il primo gol in superiorità delle peloritane che incassano la rete di Vidonis ma chiudono con il rigore di Lopes Da Silva e il centro di Begin, che a 45 anni ( probabilmente un record per la serie A/1 femminile), si toglie lo sfizio di segnare ancora. Dopo l’intervallo lungo, il Pescara non riesce ad incidere dalle parti di Ventriglia e comincia il monologo siciliano. La Waterpolo Despar Messina  segna, tra il terzo e il quarto tempo, sette gol consecutivi. A spezzare la serie è Perna che trafigge Laganà, mandata in campo dal tecnico Mirarchi nell’ultimo parziale. Chiappini segna un rigore ma Nigro gliene para un altro poco dopo. Finisce 16-4, la Waterpolo Despar Messina centra l’obiettivo senza affanni mentre il Pescara esce con l’onore delle armi anche se l’ex Apilongo, la migliore marcatrice delle abruzzesi, è rimasta a secco.

COMMENTI- Soddisfatto il tecnico Maurizio Mirarchi: “ Avevo chiesto che non ci fossero cali di tensione e così è stato. La squadra è rimasta concentrata ed ha giocato con la giusta intensità, gestendo la gara sin da subito. Dalla prossima settimana cominceremo a lavorare in vista della UnipolSai Cup e degli impegni europei”.

TABELLINO- Wp Despar Messina-Pescara 16-4 ( 4-2,4-1,3-0, 5-1)

Wp Despar Messina: Ventriglia, Begin 1, Gitto 1, Chiappini 2 (1 rig.), Morvillo 1, Radicchi 1, Kuzina 3, Lopes 3 (1 rig.), Marchetti, Aiello R. 2, Arruzzoli, Bosurgi 2, Laganà. All. Mirarchi.

Pescara: Nigro, Apilongo, Vidonis 1, Invernizi, Ranalli, Koide, Cellucci, Giordano, Perna Ve. 2, De Vincentiis F., Colletta, Zhang 1, Maiorino. All. Cianfrone.

Arbitri: D’ Antoni e Lo Dico. Sup. num.: Messina 4/11 + 4 rigori, Pescara 3/9. Note: uscite per limite di falli Koide (P) nel terzo e Perna (P) nel quarto tempo. Chiappini (M) ha fallito due rigori: il primo dopo 19" del secondo periodo (traversa) e l'altro nel finale di partita (parato da Nigro).

Risultati della sesta giornata:  Rapallo- Padova 6-9, Ekipe Orizzonte-Bogliasco 11-7, Bologna-Sis Roma 9-10 , Cosenza-Milano 7-7.

Classifica: Wp Despar Messina 16, Padova 15, Ekipe Orizzonte 14,  Sis Roma  13, Bogliasco  11,  Milano 5, Rapallo e Cosenza 4, Bologna  3,  Pescara   0.

Prossimo turno (21/01/2017): Bogliasco-Wp Despar Messina, Padova- Ekipe Orizzonte, Milano- Rapallo, Pescara-Sis Roma, Cosenza- Bologna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi