MESSINA

Referendum senza vigili?

I vigili urbani, appiedati da settembre, non hanno i mezzi per effettuare il servizio elettorale per la prossima consultazione referendaria del 4 dicembre. Il sindacato Silpol minaccia di rinunciare allo straordinario e di non lavorare. Sostituiti, oggi, invece i dipendenti sospesi dall'ispettorato del lavoro

Referendum senza vigili?

Non ci sono macchine. Come si fa ad essere operativi per effettuare i servizi in occasione della consultazione referendaria? Il dubbio, senz'altro plausibile, è venuto al segretario provinciale del Silpol, Giuseppe Gemellaro, il quale ha ricordato che la polizia municipale non ha praticamente più autovetture da quando è scaduto il rapporto di leasing e se n'è dovuta disfare. Il sindacalista si chiede,  quindi, come potranno i vigili urbani lavorare a piedi nel vastissimo terrritorio cittadino e coprire  le 254 sezioni elettorali, il prossimo 4 dicembre.  “Che ci sia stato proposto di aderire allo straordinario elettorale dimostra che la funzione degli agenti  del Corpo è insostituibile - scrive Gemellaro al comandante, Calogero Ferlisi, e al segretario generale, Antonio Le Donne- ma- aggiunge-  le difficoltà logistiche, legate alla carenza di mezzi, rischiano di compromettere la dovuta tempestività delle azioni.” Il responsabile del Silpol dice chiaramente che, senza certezze sulle modalità di svolgimento del servizio, i vigili potrebbero anche decidere di ritirare la disponibilità ad aderire al lavoro straordinario. Cosa che, però, potrebbe causare un intervento prefettizio di precettazione.  Un problema che va ad assommarsi a quello relativo al personale deputato ad allestire i seggi elettorali, che sembrerebbe essersi risolto proprio oggi. Si tratta di otto dipendenti, i quali,  non avendo mai effettuato le visite mediche, nè frequentato i corsi di formazione obbligatori, sono stati sospesi dall'Ispettorato del lavoro fin quando palazzo Zanca non regolarizzerà  la loro posizione, cosa che però richiederà del tempo e si rischia di non essere puntuali. Dunque, attraverso un interpello interno, la squadra manutenzione è già stata sostituita e le procedure avviate. Il gruppo dovrà trasferire il materiale e allestire  i seggi ed effettuare i necessari interventi  nei plessi che non siano in buone condizioni per ospitarli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Via dei Mille, rubate 15 piantine

Via dei Mille, rubate 15 piantine

di Maurizio Licordari

De Luca, ecco le querele

De Luca, ecco le querele

di Maurizio Licordari