messina

Tremestieri, via al dragaggio

Iniziati i lavori per liberare dalla sabbia il fondale dell'approdo.

Lo scirocco mette  a rischio almeno un approdo

Scattati come previsto all'alba di oggi i lavori per ripulire i fondali del porto di Tremestieri invasi dalla sabbia. Per iniziare a rendere libero lo scivolo due con un massiccio intervento, si rende necessaria fino alle 23 la sospensione della navigazione da e per l'approdo a sud. I tir autorizzati a viaggiare in questa giornata festiva, quindi, stanno utilizzando gli imbarchi della rada S. Francesco. Dalle 23, la navigazione potrà riprendere ma solo nello scivolo interno. A farsi carico di questo intervento è la Comet, la società privata che gestisce l'approdo a sud che, in base alla concessione, deve dragare fino a 13 mila metri cubi ogni anno. Sulla tempistica di questo intervento, l'amministratore Ivo Blandina stamani ha avuto conferma che martedì arriverà una nave più grande e quindi le operazioni saranno notevolmente più accelerate. Entro la fine della settimana, quindi, è facile prevedere la conclusione Inevitabilmente, visto che l'approdo potrà funzionare parzialmente, nei prossimi giorni saranno necessarie delle deroghe per gli imbarchi del centro città qualora il tempo di attesa per il traghettamento dei tir dovesse superare i 60 minuti. Tutto ciò si potrebbe verificare mercoledì e giovedì, giornate in cui statisticamente si registra il maggior afflusso di tir da e per la Calabria.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi