Messina

Imprenditoria giovanile, ecco le 13 idee vincenti

I classificati del progetto dell’Arcidiocesi. La scelta è caduta tra ben 40 team partecipanti alla selezione

Imprenditoria giovanile, ecco le 13 idee vincenti

 Si è tenuta nei giorni scorsi la premiazione finale del concorso “Fiera delle Idee”, indetto dall’Arcidiocesi di Messina, Lipari e S. Lucia del Mela, tramite il Progetto Policoro ed in partenariato con il Comitato Addiopizzo e il Progetto “Libertà e partecipazione”. Sono 13 i progetti di impresa presentati, per un totale di 40 partecipanti e il coinvolgimento delle associazioni e organizzazioni aderenti alla filiera del Progetto Policoro. L’iniziativa, nata per favorire l’intraprendenza giovanile e l’auto imprenditorialità attraverso una rassegna finalizzata alla presentazione di idee di impresa dal buon impatto sociale, rappresenta un primo Ormai un punto di riferimento Il master di Bioetica e sessuologia inizia il 4 novembre tentativo di realizzare a livello diocesano una rassegna finalizzata a sviluppare un ecosistema di imprese caratterizzate dal connubio “territorio e dimensione sociale”, sul modello dell’economia civile. Le somme che saranno erogate sono destinate all’avvio dell'impresa e saranno versate direttamente ai team vincenti. Le nuove imprese si impegneranno a sottoscrivere un codice etico aziendale, privilegiando la possibilità di unirsi in consorzio di servizi o di lavoro secondo una logica espansiva ed inclusiva. Ai partecipanti è richiesta l’adesione alla rete di consumo critico antiracket “Pago chi non paga” promossa sul territorio provinciale dal Comitato Addiopizzo Messina onlus e al catalogo dei gesti concreti del Progetto Policoro nazionale. Sono stati invitati ad assegnare i premi i referenti delle associazioni che hanno aderito alla partnership a promozione dell’iniziativa (Acli, Agesci, Cisl, Confartigianato, Confcooperative, Mcl, Ucid) oltre ai liberi professionisti, docenti e consulenti d’impresa che hanno curato i moduli formativi. Prima di iniziare la cerimonia di assegnazione, hanno portato un proprio saluto i direttori degli uffici diocesani che supportano il Progetto Policoro, don Giuseppe Brancato per la Caritas e don Sergio Siracusano per l’Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro, poi don Dario Mostaccio per la Pastorale giovanile, e anche gli animatori di comunità del Progetto Policoro Francesco Polizzotti e Salvatore Forestieri. Ecco le idee vincitrici: “Archigiani”, premiati da Alessandro Allegra (Confartigianato); “Luna 5.0”, premiati da Filippo Grasso (docente UniMe); “Corsaro Pub”, premiati da Carlo Maletta (Ucid); Antudo, premiati da Sandra Rizzo e Giuseppe Cardile (Agesci); “Metodo Panlexia”, premiati da Tonino Genovese (Cisl); “Turismo Diocesano”, premiati da Enrico Pistorino (Caritas); “Happy Light”, premiati da Elisa Furnari (Mcl); “La salute in primo Piano”, premiati da Agatino Cundari (Confcooperative).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Cairoli, non solo la ruota

Cairoli, non solo la ruota

di Domenico Bertè